Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Otto e mezzo, Beppe Severgnini bacchetta Giuseppe Conte: "Impreparato, gli errori di comunicazione sono errori politici"

  • a
  • a
  • a

Beppe Severgnini bacchetta il premier Giuseppe Conte in collegamento con Lilli Gruber a Otto e mezzo. “Non ho alcuna ostilità nei confronti del governo - ha esordito il giornalista del Corriere della Sera - però se hai 60 milioni di italiani che aspettano indicazioni, non puoi improvvisare e andare a braccio. Conte deve prepari meglio perché gli italiani hanno capito ben poco, gli errori di comunicazione sono anche errori politici in questa fase e l’incomprensione è un lusso che in questo momento non possiamo permetterci”.

Poi Severgnini entra ancor più nel dettaglio, sempre rivolgendosi al premier: “Glielo dico con il cuore, deve stare attento. Per tre giorni il governo ha dovuto spiegare un sacco di cose, a partire dalla famosa frase sui congiunti. Se chi parla non viene capito, la colpa non è di chi ascolta. Io ho fatto fatica, il discorso di Conte è stato confuso. Doveva essere molto già chiaro, dire a che punto sono i test, l’app e i tamponi, chi esce, quando e perché, chi deve aspettare, cosa succede alle scuole e allo sport. Doveva prepararsi su questi temi - conclude Severgnini - e parlare pochi minuti ma chiaramente”. 

 

 

Dai blog