Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maxi operazione europea contro le tv pirata: 5 milioni di utenti italiani coinvolti

Esplora:

Stefano Boffa
  • a
  • a
  • a

Da questa mattina all'alba ha avuto inizio la maxi-operazione "Eclissi", la più grande operazione mai effettuata per oscurare le Iptv illegali che permettono la visione gratuita via web delle pay tv. L'operazione, condotta dalla Polizia di Stato e coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma a livello nazionale e dalle Agenzie europee Eurojust ed Europol a livello internazionale, con la collaborazione anche di polizie ed autorità giudiziarie di Francia, Paesi Bassi, Germania, Bulgaria e Grecia a supporto della Polizia Postale, ha portato finora al sequestro da parte della Guardia di Finanza della piattaforma "Xstream Codes", la quale permetteva la visione gratuita di Sky e Dazn, oscurando i circa 700 mila utenti che ne usufruivano. La Procura di Napoli ha emesso otto ordini europei di indagine per associazione a delinquere a carattere transnazionale. In Italia, grazie all'indagine tecnico-informatica effettuata dal Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, si sono potuti individuare le sorgenti del segnale pirata e circa 5 milioni di utenti italiani coinvolti, con un volume di affari stimato intorno ai 2 milioni di euro tra abbonamenti e pubblicità. Esulta per i risultati conseguiti dall'operazione l'Unione Nazionale Consumatori, attraverso le parole del presidente Massimiliano Dona: "È un'ottima notizia. È fondamentale fare un salto culturale affinché i fruitori prendano atto che non si tratta di un innocuo tentativo di risparmiare qualche euro, ma di un vero e proprio reato gestito da organizzazioni sofisticate e ampie, che danneggia lo sport ma anche gli stessi consumatori che non sempre sono consapevoli di quello che rischiano".

Dai blog