Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fillippo Facci scrive a Claudio Marchisio: "Ti spiego perché i banditi non sono povericristi"

Marco Rossi
  • a
  • a
  • a

Claudio Marchisio, derubato in casa sua da una banda di malviventi che hanno anche puntato la pistola alla tempia sua e della moglie, se l'è vista molto brutta. Il suo commento è stato: "Chi sta male, chi ha fame, non ha paura e può anche arrivare a fare ciò. Sono cose che accadono da tutte le parti, perché la differenza tra ricchi e poveri e ovunque", ha suscitato l'interesse di Filippo Facci che su Libero del primo novembre ha risposto all'ex centrocampista della Juventus. Per approfondire leggi anche: Claudio Marchisio rapinato in casa "Che cosa intendeva?", scrive Filippo Facci. L'accusa dell'editorialista di Libero è che Marchisio, con quella frase, possa diffondere un messaggio sbagliato: "I rapinatori sarebbero come i disperati che scippano per motivi alimentari o come altri disperati che delinquono per procurarsi la dose. Ma le cose stanno diversamente. In linea di massima, chi ha fame va alla Caritas, o vive di espedienti, di piccoli furti da supermercato: non compone bande di criminali seriali".

Dai blog