Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ralf Rangnick scaricato dal Milan si vendica su Maldini: "Una leggenda come giocatore, ma..."

  • a
  • a
  • a

Ralf Rangnick fino a due settimane supervisore tecnico delle squadre Red Bull, Lipsia e Salisburgo avrebbe dovuto allenare il Milan la prossima stagione prima del cambio di rotta della società rossonera. In una intervista alla Gazzetta dello Sport rivela che i primi contatti col Milan risalgono a fine ottobre: "quando la squadra era in una situazione complicata: a tre punti dalla zona retrocessione".

 

 

 

 

Il tecnico tedesco lancia anche alcune frecciate, dopo essere stato scaricato, in particolare sul direttore sportivo, Paolo Maldini: "Nella vita una delle mie regole è: non parlare di chi non conosci personalmente. E da parte mia non è mai stata detta mezza parola sul Milan, mai. Posso parlare di Maldini ex giocatore: è stato straordinario, una leggenda vera e propria. Ma non posso dire lo stesso da direttore sportivo: semplicemente, non lo conosco in questo ruolo. Da esterno ci si può chiedere se la proprietà è contenta dei risultati in rapporto al denaro investito negli ultimi anni", sentenzia Rangnick.

Dai blog