Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vladimir Putin "ladro", la Russia si ribella per Navalny: manifestanti presi per i piedi dalla polizia

Pugno pesante della polizia di Vladimir Putin contro i manifestanti scesi in piazza in tutto il Paese per protestare contro l'arresto di Aleksey Navalny, il principale oppositore del presidente. A Mosca è finita in manette Liubov Sobol, oppositrice e alleata del blogger anti-Putin: la donna è stata portata via all'istante. Disordini e immagini violente anche dall'estremo oriente russo: a Vladivostok la folla grida Putin Vor ovvero "Putin ladro" e la polizia raccoglie i manifestanti prendendoli dalle mani e dai piedi. La protesta corre anche sui social, con foto e video. Una ragazza tira giù il ritratto del presidente appeso in classe, mentre in sottofondo un rap in russo dice: "Essere contro il potere, non è essere contro la Patria. Io amo la Russia". A Krasnoyarsk e a Ufa, invece, i corpi antisommossa degli Omon vengono sfidati a colpi di palle di neve.

Dai blog