Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, il leghista Belotti in lacrime alla Camera: "A Bergamo non sappiamo più dove mettere i morti"

"Non sappiamo più dove mettere i morti". Il deputato della Lega Daniele Belotti ha la voce rotta dalle lacrime in aula a Montecitorio. Parla di Bergamo e della tragedia del coronavirus, e le sue parole sono un pugno allo stomaco. "Non sappiamo neanche dove mettere i malati. Siamo qui per chiedere chiarezza per i morti, che nella bergamasca sono 90-100 al giorno. In poche settimane Bergamo sta perdendo i suoi nonni, così come tante altre città d’Italia. Le case di riposo della nostra provincia hanno avuto gli ospiti dimezzati, e gli operatori sanitari sono allo stremo. Lo stesso vale per i centri per disabili".

"I bergamaschi non sono abituati a stare con le mani in mano. Tanti volontari stanno costruendo un ospedale da campo nella Fiera di Bergamo", è il suo ringraziamento ai suoi conterranei. Durante il Question Time con i Ministri Alfonso Bonafede, Fabiana Dadone, Lucia Azzolina e Federico D'Incà, a Montecitorio si è respirata un'aria surreale, con i deputati a distanza di sicurezza, molti dei quali con guanti e mascherine. 

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Dai blog