Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini contro i contestatori di Torre del Greco: "Gli amichetti di De Luca non hanno un mazza da fare, solo reddito di cittadinanza"

Ai fischi e ai lanci di pomodori Matteo Salvini risponde con sorriso. A Torre del Greco un manipolo di contestatori ha bersagliato il comizio della Lega nel tentativo di non far parlare il segretario, impegnato nel tour elettorale per le regionali in Campania del 20 e 21 settembre. L'ex ministro degli Interni, dopo aver sospeso per qualche attimo l'intervento, ha mantenuto la calma e ha stigmatizzato: "Chi lancia pomodori, insulta e minaccia non protesta, è un incivile -. Eccoli gli amichetti di De Luca, non hanno una mazza da fare dalla mattina alla sera: reddito di cittadinanza e nulla più. Eccoli li. Noi preferiamo la Campania del lavoro". E giù applausi, bissati la sera in piazza Matteotti a Napoli, dove non c'è stato spazio per alcun disturbatore. "Dopo la vittoria alle regionali toglieremo un po' di reddito di cittadinanza ai balordi dei centri sociali - ha promesso il leader leghista -. Pochi cretini dei centri sociali hanno contestato e lanciato pomodori a Torre del Greco, questa invece è Napoli e la Campania. Non vi meritate De Luca e de Magistris".

Dai blog