Cerca

Il fascino assurdo del divino Otelma a RTL 102.5

Il mago in tv e radio

Francesco Specchia

Francesco Specchia

Francesco Specchia, fiorentino di nascita, veronese d’adozione, ha una laurea in legge, una specializzazione in comunicazioni di massa e una antropologia criminale (ma non gli sono servite a nulla); a Libero si occupa prevalentemente di politica, tv e mass media. Si vanta di aver lavorato, tra gli altri, per Indro Montanelli alla Voce e per Albino Longhi all’Arena di Verona. Collabora con il TgCom e Radio Monte Carlo, ha scritto e condotto programmi televisivi, tra cui i talk show politici "Iceberg", "Alias" con Franco Debenedetti e "Versus", primo esperimento di talk show interattivo con i social network. Vive una perenne e macerante schizofrenia: ha lavorato per la satira e scritto vari saggi tra cui "Diario inedito del Grande Fratello" (Gremese) e "Gli Inaffondabili" (Marsilio), "Giulio Andreotti-Parola di Giulio" (Aliberti), ed è direttore della collana Mediamursia. Tifa Fiorentina, e non è mai riuscito ad entrare in una lobby, che fosse una...
Il fascino assurdo del divino Otelma a RTL 102.5
Ci odieremo per questo. Ma siamo costretti ad ammettere che il Mago Otelma -un mix formidabile fra Wanda Osiris, Cristiano Malgioglio e un sacerdote cartaginese- esercita  da/ verso la tv fascinazioni che mai avremmo detto.

Per dire. L’altro giorno, avvolto in un sudario catarifrangente si è materializzato a Miseria e nobiltà (da lunedì a venerdì, ore 13 su RTL 102.5, canale 750 Sky e 36 del digitale terrestre) per sponsorizzare il suo ultimo libro nel quale ci fornisce la sorprendente rivelazione che «dopo anni di studi noi abbiamo concluso che la profezia Maya non si realizzerà e a dicembre 2012 non ci sarà la fine del mondo». Naturalmente il divino Otelma parla in un aulico plurale maiestatis come il mitico Thor dei fumetti. Sicchè quel “noi” non comprendeva i conduttori del suddetto programma Amadeus e il Conte Galè -peraltro attenti con un’aria tra il frastornato e l’ammirato-, ma proprio lui, il Divino.

Il Divino, a quel punto ci ha informato che «Sull’Isola dei famosi abbiamo constatato che esiste gente buona e gente malvagia...», compreso lo stesso Rubicondi col quale ha inciso un’agghiacciante macarena; che era «calato 12 chili, pesati dal cerusico», cioè dal medico di produzione, ogni giorno; e che avrebbe promesso a risollevare gli italiani dalla crisi «con un rituale propiziatorio in diretta», promessa purtroppo mantenuta. Ora, la simpatica cialtroneria di Otelma seppur condita da un italiano raffinatissimo; il suo sincretismo che “esclude l’esistenza di Dio ma prega gli Eloim” (scrive Alessandra Menzani, qualunque cosa siano gli Eloim); il suo commercializzare in diretta gadget, spillette, magliette con la propria effigie: tutto questo apparato da Barnum mistico, insomma, in qualsiasi parte del mondo sarebbe rimasto confinato agli oroscopi delle tv locali, dove iniziò (su Elefante) prima di essere scoperto da Maurizio Costanzo. Eppure Otelma alias Marco Amleto Belelli, plurilaureato con patrimondio esondato pure nelle cartelle della Guardia di Finanza fa ascolto. E, onestamente, quando invoca il “potere di Asclepio” (ma potrebbe esser il dio Horus o Mazinga) quasi ce l’immaginiamo, ultima spes, al posto di Monti, a sgonfiare la spesa pubblica....



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Piero Bompard

    18 Aprile 2012 - 13:01

    Non voglio fare accostamenti e raffronti con altri cialtroni anche molto,molto in alto che amano ..... travestirsi da donna e parlare come messaggeri degli Dei. A me OTELMA è simpatico e mi fa ridere. Gli altri cialtroni NO,NO,NO !!!!!!

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    18 Aprile 2012 - 11:11

    Per coprirsi le spalle i partiti,abitati da vecchi del mestiere,sanno inventarsi slogan ad effetto per coprirsi le spalle.A fronte del loro finanziamento con sonanti soldi pubblici ,parlano di una necessità assoluta per non consegnare la politica solo e soltanto ai tycoon ed ai ricconi di turno,capaci di andare al comando solo per i loro interessi.Mentre loro ci sono per fare l'interesse nostro?E si vede: tasse sulla casa da fare orripilare anche il demonio,soldi di Irpef,le cui aliquote ormai sono prossime al 50%(come avere lo stato socio fifty fifty,per lui a costo zero)regioni e comuni fiere insaziabili,sanità inservibile e vorace.Insomma ,tutte cose che danno ragione al loro slogan? Ma nemmeno per sogno ,anzi. A fronte delle continue ruberie e furfanterie,uomini con la spina dorsale dritta,o si sarebbero dimessi, o avrebbero rivisto al ribasso le tante regalìe a questo ed a quello,le tante auto blu,i tanti finanziamenti a fondo perduto e last but not least,il loro fanziamento

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    18 Aprile 2012 - 10:10

    Premetto che Specchia mi piace,scrive tra il serio ed il faceto,come si addice ad una specie di satira soft. Otelma si autodefinisce divino,quindi una divinità in essere ed usa il pluralis maiestatis,come Giulio Cesare nel De Bello Gallico. Del resto è un furbacchione di tre cotte,lo fa pour epater le bourgeois e per prendere all'amo i soliti gonzi che a lui si rivolgono.Ricordo un medico di Torino che aveva sempre il suo studio pieno di clienti ,molti dei quali erano costretti ad aspettare per strada. La cosa insospettì i colleghi,che notarono come il "Tale" che visitava e prescriveva farmaci e rimedi,era vestito im modo strano.Aveva un cappello a cono,come quello dei maghi merlino,un cappotto a ruota sin sulle caviglie,una sfera di cristallo sul tavolo. Allora madarono due carabinieri in incognito,fecero la fila e quando toccò il loro turno,si fecero riconoscere ed intimarono al sedicente dottore di seguirli.Perchè?Esercizio abusivo della professione medica.

    Report

    Rispondi

  • uycas

    17 Aprile 2012 - 18:06

    La prima volta che vidi il Mago Otelma fu nel 1989 ad Odeo (ultimo programma in prima serata di Greggio D'angelo con residuati del Drive In), e pensai che fosse un imitazione messa in piedi da Massimo Boldi. All'isola è stato il più naturale di tutti

    Report

    Rispondi