Cerca

Gas spaziali

La Nube di Smith viaggia verso la Terra a 700mila miglia all'ora

6

Definirla "enorme" è poco: misura 11mila anni luce di lunghezza e 2.500 di larghezza. Si chiama "Smith Cloud", "Nube di Smith" dal nome dell'astronomo che nel 1960 la scoprì. Allora, gli strumenti di osservazione erano quel che erano. Ma con la messa in orbita del telescopio Hubble, una ventina di anni fa, su questa nube spaziale si è scoperto molto di più. E cioè che è come un disco esterno della Via Lattea ricca di zolfo, una regione a circa 40.000 anni luce dal centro della galassia (circa 15.000 anni luce più lontano del nostro Sole e del sistema solare). Ciò significa che la Smith Nube è stata arricchita da materiale dalle stelle. Questo non sarebbe accaduto se fosse idrogeno incontaminato al di fuori della galassia, o se fosse il residuo di una galassia fallita priva di stelle. Invece, la nube sembra essere stata espulsa dalla all'interno della Via Lattea e sta tornando indietro come un boomerang. Sta puntando verso la Via Lattea a 700.000 miglia all'ora. Ma ci vorranno circa 30 milioni di anni per arrivare qui. Quando rientrerà, prevedono gli astronomi, ci sarà una spettacolare esplosione di formazione stellare, che probabilmente rilascerà abbastanza gas per formare 2 milioni di soli.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • burago426

    30 Gennaio 2016 - 23:11

    ragazzi io vado a dormire quando arriva mi fate un fischio.

    Report

    Rispondi

  • infobbdream@gmail.com

    infobbdream

    30 Gennaio 2016 - 14:02

    se arrivava un poco prima non era meglio.

    Report

    Rispondi

  • igiulp

    30 Gennaio 2016 - 14:02

    Nessun problema per il prossimo week end.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media