Cerca

Tragedia della disperazione

Non ha i soldi per la gita del figlio
Mamma disoccupata tenta il suicidio

La donna ha preso degli antidepressivi poi si è tagliata le vene: era disperata perchè non poteva accontentare il suo bambino

La quarantenne di Padova è stata salvata in extremis da un amico. Ora teme che le tolgano il figlio

In tempo di crisi anche una gita scolastica può sembrare una tragedia. E' per questo che una madre quarantenne di Padova, disoccupata, ha tentato il suicidio ieri. I fatti riportati dal Gazzettino raccontano di una donna messa a dura prova dallo stress che provoca la ricerca disperata di un posto di lavoro. Un posto di lavoro per vivere dignitosamente e per accontentare anche le piccole richieste dei figli. E quella del figlio della signora padovana era davvero piccola: voleva passare una giornata insieme ai suoi compagni di classe. Purtroppo però il bambino non ha capito il malessere della madre e al suo rifiuto risponde male e scappa di casa. 

A quel punto la donna crolla: telefona ad un amico per sfogarsi, ma non basta. Manda giù degli anti depressivi, poi si taglia le vene. Per fortuna l'amico decide di andare a trovarla, a portarle una parola di conforto e la trova in un mare di sangue. Chiama immediatamente l'ambulanza, la porta in ospedale e la salva. Ora è fuori pericolo e la scuola del figlio ha messo a disposizione i soldi per la gita. Purtroppo però la donna ancora non è serena: ha paura che ora, a causa del suo gesto estremo, i Servizi Sociali le tolgano il figlio.

padova

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marioaldo

    22 Maggio 2012 - 19:07

    La sofferenza continua per tirare sera dar da mangiare a un figlio luce riscaldamento ecc. Uno può andare via di testa. Debole ? può darsi ma colui che si permette di giudicare e sparare sentenze stia attento che la vita restituisce tutto e sopratutto le stronzate che uno dice o fa !!!

    Report

    Rispondi

  • ubidoc

    ubidoc

    22 Maggio 2012 - 17:05

    Uno che scrive come tu scrivi è incazzato di sicuro,nero ( o negro ) non so,fallito di certo e tanto minaccioso da farmi pensare al suicidio.

    Report

    Rispondi

  • INCAZZATONERO69

    22 Maggio 2012 - 16:04

    Sei una testa di cazzo,un verme privo di morale e di un minimo di spessore intellettuale.Personalmente non ti auguro niente,sarebbe mettersi al tuo livello,impossibile. Dignità, e quello che stì sicari di banchieri-politicanti ci stanno togliendo, e venuto il momento per dire BASTA,ANDATEVENE A FANCULO.Io non appartengo a chi per vergogna o per esesperazione,decide di farla finita,io appartengo ad una razza che non basteranno mille come voi per piegarmi.Appartengo a quelle persone che verranno a prendervi, uno per uno.

    Report

    Rispondi

  • ubidoc

    ubidoc

    22 Maggio 2012 - 16:04

    Manmade 73, ribadisco quanto ho detto.Lo ribadisco come uomo sessantenne e come medico sessantenne. Lo scoramento umano lo capisco ma quando questo fa arrivare a gesti insani per motivi non tragici allora alla base c'è una mente già instabile . Questo volevo dire. I deboli ci son sempre stati e la natura non li aiuta a sopravvivere.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog