Cerca

Malasanità a Boscotrecase

Lasciano morire una neonata
e falsificano la cartella clinica

Una intercettazione ambientale inchioda il primario e l'ostetrica presenti in sala parto: "Vediamo di metterla a posto ora che si può fare, domani potrebbero sequestrarla..."

Nella registrazione anche gli insulti alla piccola: "... quella puttana non si è voluta riprendere e noi lo abbiamo preso in culo..."

Hanno lasciato morire una neonato e pensavano di farla franca. Ma questa volta l'ennesimo caso di malasanità è stato smascherato grazie ad una intercettazione ambientale. A raccontare la storia è Amalia De Simone del Corriere della Sera che è riuscita ad avere quel file con la conversazione tra il primario dell'ospedale di Boscotrecase, in provincia di Napoli, e l'ostetrica presenti al parto che decidevano di “confezionare” una nuova cartella clinica che garantisse loro l'impunità nel caso si fosse verificato il peggio. Il peggio arrivò pochi giorni dopo: Antonia, la piccola appena nata, morì. La madre e il padre non se ne sono fatti una ragione e così hanno sporto denuncia perché fosse fatta chiarezza sulle circostanze della morte della bimba. La verità venne fuori solo molti mesi dopo, quando uno dei medici che aveva partecipato al parto confessò al pm di Torre Annunziata Emilio Prisco, di aver effettuato una intercettazione ambientale. 

I magistrati, scrive il Corriere, in questi giorni hanno formulato anche la richiesta di rinvio a giudizio per gli indagati. Le intercettazioni che è possibile ascoltare nella videoinchiesta di Amalia De Simone, sono sconcertanti: "Vediamo di metterla a posto ora che si può fare, domani potrebbero sequestrarla..."; senza contare l'inclusione nella documentazione ospedaliera di un falso tracciato e il turpiloquio irrispettoso usato anche per indicare la povera bimba, per giustificare il loro operato: "... quella puttana non si è voluta riprendere e noi lo abbiamo preso in culo...".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    28 Agosto 2013 - 10:10

    Ma l'ordine si è inventato il termine "malasanità" apposta per non incolpare i medici che pagano per questo via quota d'iscrizione. Hanno pure inventato la "graduatoria" così medici somari e/o figli di.. possono essere assunti senza concorso pubblico come prescritto dalla legge. E' la CORRUZIONE che ci costa 63 Mld./anno di cui la sanità detiene la quota maggiore almeno il 40% è tutta sua.

    Report

    Rispondi

  • encol

    27 Agosto 2013 - 12:12

    Ma il min. o meglio dire i ministri che si succedono al ministero della sanità o sono ciechi o troppo stupidi per l'incarico.Credo che ogni cittadino abbia il voltastomaco quando si parla di sanità. Ad iniziare dalla base dove imperversano somari patentati che altro non sono che dei passacarte lautamente foraggiati da Euro 6000/mese. Catapultati a medico della mutua via "graduatoria" NON concorso ma a base di raccomandazioni, corruzione, o perchè figli di...una VERA schifezza.

    Report

    Rispondi

  • antonioarezzo

    23 Luglio 2012 - 12:12

    io sono piu' buono di Blues188 ti do' il 95 % di immondizia al sud ed il resto a nord. l'Italia dovrebbe essere DIVISA, senza la palla al piede del sud saremmo una grande Svizzera,. siete costosi, inutili, disonesti, "furbi" ...siete solo una zavorra.

    Report

    Rispondi

    • sebin6

      30 Aprile 2016 - 19:07

      x antonioribrezzo, tra poco il 95% mangia polenta saranno al 50% misti marocchini e 50% mulatti. Dimmi chi preferisce tua moglie e salutami bossi e galan

      Report

      Rispondi

    • marilenabavari

      01 Aprile 2015 - 13:01

      Generalizzare in questo modo e' da vero IDIOTA. Il marcio sta ovunque.... a partire da persone come lei!!!

      Report

      Rispondi

  • ciannosecco

    23 Luglio 2012 - 12:12

    Attendo con trepidazione,una analoga intercettazione che confermi lo schifo di alcune Procure o uffici dei Tribunali.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog