Cerca

Grillo contro Amato E' un 'vaffa' a tutti noi

Il leader del Movimento 5 Stelle critica il governo Monti che ha arruolato il pensionato d'oro Amato

Grillo contro Amato E' un 'vaffa' a tutti noi

Grillo all'attacco di Amato chiamato da Monti per contenere i costi della politica.  "E' uno schiaffo agli italiani, una pernacchia un vaffanculo della Casta", dice. "Affidare un incarico al superpensionato Amato per contenere i costi - insiste Grillo - è una dichiarazione di guerra a chi non riesce a mangiare con la sua pensione e dopo il taglio di 200 euro al suo misero reddito decide farla finita buttandosi dal terrazzo. I sacrifici, o li facciamo tutti, o non li fa nessuno". E incalza:  "Ma questo, Rigor Montis non lo sa. Non capisceche senza esempi, occupandosi di ritagli e frattaglie al posto dei tagli e senza l’appoggio dell’opinione pubblica, è già finito. Che sarà travolto. Un ferrovecchio a cui i partiti cercheranno di attribuire le colpe per poi essere spazzati via a loro volta. Loro non si arrenderanno mai. Noi neppure. Ci vediamo in Parlamento, ma forse loro non ci saranno".

Nomine-provocazione Beppe Grillo  dal suo blog torna ad attaccare il governo, liquida come "una provocazione" la nuova tornata di nomine.   "E' come - incalza - buttare un fiammifero acceso in un pagliaio. Qualche volta mi chiedo se Monti e il Trio Lescano che lo appoggia abbiano veramente capito dove si trovano, in quale momento storico". "Qualche volta - prosegue Grillo - mi chiedo se Monti e il Trio Lescano che lo appoggia abbiano veramente capito dove si trovano, in quale momento storico. L'Italia è sull'orlo del collasso economico, dopo il quale può succedere di tutto. Al confronto di Rigor Montis, di Alfano, Bersani e Casini, Maria Antonietta, alla quale venne attribuita la frase 'se non hanno pane, mangino brioches!', rivolta al popolo affamato durante la Rivoluzione francese, è una statista".   E' un fiume in piena, Grillo che scrive: "Giulano Amato -ha una certa esperienza nel maneggiare i soldi e di finanziamenti pubblici, è stato tesoriere del PSI di Craxi. Uno dei rari casi in cui il tesoriere fa carriera e il capo finisce sotto accusa e latitante. L’esatto contrario dei tesorieri Belsito della Lega e di Lusi della Margherita. Si invocano i tagli e si imbarca un tizio che prende 32.000 euro di pensione al mese. E’ uno scherzo di Carnevale?". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    03 Maggio 2012 - 20:08

    E' una situazione seriamente pericolosa e immonda.

    Report

    Rispondi

  • colombinitullo

    03 Maggio 2012 - 17:05

    sembra che questo scemo,che sarà senz'altro un cattocomunista, tragga piacere dal fatto che glielo piantino nel culo a piè sospinto. Il fatto non ci meraviglia perchè di imbecilli come questo soggetto,nato ahimè per abbassare notevolmente la soglia dell'italica intelligenza,ne abbiamo una quantità incredibile e non mi meraviglierebbe il fatto che ,sempre questo scemo, fosse un figlio di Monti, di Prodi, di Amato etc...........

    Report

    Rispondi

  • rover600

    03 Maggio 2012 - 17:05

    LA FOGNA AL CONTRARIO DI QUESTE PERSONE CHE SI RICICLANO E PROFUMATA !!

    Report

    Rispondi

  • eleatico

    03 Maggio 2012 - 16:04

    Grillo ha dichiarato solo nel 2006 un reddito imponibile di 4.272.591 euro (quattromilioniduecentosettantaduemila/591 €), Ed è diventato ultramilionario sfruttando l'antipolitica: altro che demagogo! Leggo che molti diventerebbero finanziatori di Grillo e soci votandoli e vogliono il comico come premier: era ora! Finalmente faremo ridere anche quei tristi dei mercati finanziari...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog