Cerca

Il piano

Fisco, Cdm: arriva il 730 precompilato

Fisco, Cdm: arriva il 730 precompilato

Una vera e propria rivoluzione. Dal prossimo anno la dichiarazione dei redditi sarà precompilata. Un cambiamento, quello deciso dal Consiglio dei Ministri che interesserà circa 30 milioni di contribuenti (soprattutto lavoratori dipendenti e assimilati e pensionati) con i requisiti per presentare il modello 730, e verrà introdotta in via sperimentale, a partire dall'anno 2015, con riferimento ai redditi prodotti nel 2014. Per la sua elaborazione, l'agenzia delle Entrate utilizzerà le informazioni disponibili nell'anagrafe tributaria, a partire dalla dichiarazione dell'anno precedente e i versamenti effettuati.

Le novità - Attualmente spetta al contribuente l'indicazione dei dati per la compilazione del modello dichiarativo e l'amministrazione finanziaria è chiamata poi ad effettuare le verifiche e a comunicarne gli esiti. Con l'invio della dichiarazione precompilata, invece, è l'Amministrazione finanziaria il soggetto obbligato a raccogliere ed elaborare i dati, inviando la dichiarazione finale pre-compilata al contribuente, al quale rimane l'obbligo di verificarne l'esattezza e la completezza. Il contribuente può accettare la dichiarazione precompilata ricevuta dall'Agenzia o eventualmente modificarla, direttamente (anche per il tramite del sostituto d'imposta che presta assistenza fiscale) o attraverso i CAF e i professionisti abilitati. Le nuove norme sulla Delega fiscale sarnno in vigore da marzo.

Le decisioni del Cdm - Nella riunione del Consiglio dei ministri, l'esecutivo ha approvato in seconda lettura preliminare il decreto legislativo che regolerà l'invio ai cittadini della dichiarazione dei redditi "pronta" per lavoratori dipendenti e pensionati, con gli importi inseriti dall'Agenzia delle entrate in base ai dati conosciuti. Tra le novità del dlgs anche l'abolizione della responsabilità solidale del committente con appaltatori e subappaltatori in relazione agli obblighi fiscali. Accogliendo il parere della Commissione finanze, il governo ha portato alcune modifiche al provvedimento, che, dopo il nuovo parere delle Commissioni parlamentari competenti, tornerà all'esame del Consiglio dei Ministri per l'approvazione definitiva.

Pagamento online Dal primo ottobre l'F24 telematico diventa obbligatorio per i versamenti oltre 1.000 euro, per quelli a saldo zero o con crediti in compensazione con saldo finale maggiore di zero. Lo chiarisce l'Agenzia delle Entrate che, in una circolare spiega come presentare online la delega di pagamento e illustra i casi in cui è ancora possibile usare l'F24 cartaceo. L'obbligo di usare i sistemi online non si applica ai pagamenti con strumenti diversi dall'F24 (come bonifici e versamenti in Tesoreria).

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paco1492

    02 Novembre 2014 - 13:01

    mai letto tante risposte assurde tanto per cominciare il pre compilato esiste in molte nazioni secondo e' un vantaggio perché chi non ha altro da aggiungere bene altrimenti si completa attualmente i datori di lavoro non sono obbligati a compilare i 730 per i dipendenti

    Report

    Rispondi

  • STEOXXX

    31 Ottobre 2014 - 12:12

    l'ennesima str...ta all'italiana !!!! ma questo governo di parassiti e d'incapaci quando ne imbroccherà una, anche per sbaglio ??????

    Report

    Rispondi

  • ohmohm

    ohmohm

    20 Settembre 2014 - 21:09

    2^ invio: Renzi, si vede che non hai male compilato un 730 e noi........ stiamo ad aspettare ordini da uno che non sa come si compila un 730?.....Ma per favore .....

    Report

    Rispondi

  • ohmohm

    ohmohm

    20 Settembre 2014 - 21:09

    Un'altra bufala come gli 80 euri!!!!! Il mio datore di lavoro il 730 me lo dà già precompilato e nonostante questo lo devo SEMPRE integrare perchè lo Stato non sa ancora quante medicine ho comprato, non sa che devo detrarre le spese del dentista, le spese del condominio per le valcole termostatiche, non sa che mia figlia si è iscritta all'Università, non sa che ho ancora dedle detrazioni passate.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog