Cerca

Privacy zero

Fisco, da lunedì "Sid" spia i conti correnti

Arriva "Sid", il sistema che traccerà tutti i movimenti e le operazioni. Befera: "Potremo acquisire ogni informazioni. Meglio di 40 anni di leggi poco efficaci"

Fisco, da lunedì "Sid" spia i conti correnti

Da lunedì i nostri correnti non avranno più segreti. Lo "007" del Fisco è arrivato, si chiama Sid (Sistema interscambio dati) e scalda i motori che entreranno a pieno regime tra poche ore. Il Grande Fratello fiscale permetterà all'Agenzia delle entrate di acquisire automaticamente le informazioni sui conti correnti degli italiani dagli operatori bancari: il vostro conto in banca, nel nome della guerra all'evasione, non avrà più segreti. Ad annunciare l'inizio dell'operazione, tutta a discapito della privacy dei cittadini, è stato il direttore dell'Agenzia delle Entrate, lo "sceriffo delle tasse" Attilio Befera. "Il garante della privacy ha detto che per poter acquisire i dati dei conti dei cittadini italiani, quei dati che riguardano la movimentazione e i saldi di inizio e fine anno, occorreva creare un sistema di interscambio autonomo rispetto a quelli attuali. Un sistema di interscambio che si chiama Sid (Sistema interscambio dati) che fosse completamente separato da tutti gli altri sistemi di interscambio che fosse cioè un'infrastruttura del tipo 'application to application' senza intervento di personale umano".

Meglio di una legge -  Befera ha poi aggiunto: "Questo sistema di interscambio da lunedì è pronto e quindi noi siamo in grado di acquisire le informazioni che ci perverranno dagli operatori finanziari", ha spiegato Befera al summit sulla lotta al crimine economico, organizzato a Rimini. Il sistema, secondo Befera, servirà anche a riparare un vuoto normativo che dura da 40 anni. Troppe leggi sul Fisco e nessuna risolutiva. Allora, secondo Befera, è meglio spiare ogni movimento, ogni operazione, ogni entrata, ogni uscita. "Negli ultimi cinque anni sono stati emanati 228 provvedimenti fiscali - ha detto - se questo lo moltiplichiamo per i 40 anni di esistenza della riforma tributaria si ha l'idea della confusione normativa". "Fare la lotta all'evasione non è così semplice come sembra” aveva già affermato Befera intervenendo al Festival del Lavoro a Fiuggi, chiarendo anche che “non si può individuare una categoria di evasori". Vero, non sappiamo chi evade le tasse. Ma chi ci spia, adesso lo sappiamo benissimo. 

Come funziona, le nuove regole - Da lunedì 24 giugno ed entro ottobre, quando la banca dati sarà operativa, le banche inizieranno a mandare all'Agenzia delle Entrate tutti i movimenti bancari e finanziari dei correntisti che riguardano il 2011. Dovranno segnalare il saldo a fine e a inzio anno e la somma di tutti i movimenti in dare ed avere. Entro marzo 2014 devono trasmettere i dati del 2012 ed entro ottobre quelli dell'anno in corso.

Non solo conti - Le banche non trasmetteranno all'Agenzia delle Entrate solo i movimenti dei conti correnti ma anche i conti deposito titoli e obbligazioni, depositi a risparmio o vincolati, fondi comuni, derivati, gestioni patrimoniali, fondi pensione, acquisto e vendite di oro e preziosi, cassette di sicurezza.

I controlli - L'Agenzia delle Entrate, una volta ricevuti i dati, farà delle "liste selettive di contribuenti a maggior rischio evasione". Individuate le anomalie, i contribuenti saranno sottoposti ad ulteriori accertamenti.   

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • GrunerApfel87

    25 Giugno 2013 - 03:03

    Non io contribuente che ti devo dire cosa faccio dei miei soldi! Peccato che tutte le tasse che versiamo salta fuori che vanno in sprechi vari o in stipendi immeritati ... e comunque è il primo passo per la dittatura!

    Report

    Rispondi

  • ltani

    24 Giugno 2013 - 21:09

    Chi evade il fisco, i soldi li ha in un conto estero o sotto il materasso. Come al solito romperanno le scatole al piccolo risparmiatore che pensava di arrotondare la pensione con qualche titolo di stato o qualche azione redditizia

    Report

    Rispondi

  • schifoipolitici

    24 Giugno 2013 - 10:10

    I politici, i figli dei politici, le escort dei politici nonchè parentele fino alle settima generazione !! Fatto questo, si riuscirà a recuperare il 50% dell'evasione totale ! Ve lo Garantisco!!!!!

    Report

    Rispondi

  • liberoblog

    24 Giugno 2013 - 09:09

    Infatti l'Italia è già fallita. Questi stanno cercando ossigeno ma per farlo si impiccano da soli. Chi può si faccia un conto corrente all'estero, cosa perfettamente legale. Questo toglierà soldi alle banche italiane, complici del governo, le quali non potranno più comprare BTP, BOT e altre simili amenità. Tanto soldi alle imprese non ne danno già più, per cui nessun danno al tessuto produttivo. L'unica cosa che possiamo fare è portare l'Italia al default PRIMA che lo Stato ci rapini in stile Grecia. Avendo due lire in tasca sarà poi possibile ripartire.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog