Cerca

Il contraccolpo

Ruby, Mediaset a picco in Borsa: vogliono Berlusconi in mutande

La sentenza di Milano fa crollare il titolo a Piazza Affari: -5%, e potrebbe continuare. E sta per arrivare la parola definitiva sul Lodo Mondadori: ballano 560 milioni

I ripetitori Mediaset

I ripetitori Mediaset

Berlusconi eliminato politicamente ed economicamente. La sentenza di primo grado del processo Ruby, con la condanna a 7 anni e l'interdizione ai pubblici uffici, oltre a rischiare di mettere fuori gioco Silvio Berlusconi in Parlamento (anche se il rischio concreto è legato alla sentenza definitiva sui diritti tv, ad ottobre), per il momento ha un risvolto immediato e pesantissimo: il crollo in borsa di Mediaset. Subito dopo la lettura della sentenza da parte della corte del Tribunale milanese, infatti, il titolo è sprofondato a Piazza Affari: -5,3% e quotazione finale di 2,39 euro. Gli analisti sottolineano come il calo fosse iniziato prima della mazzata giudiziaria, arrivata poco prima le 18, segno che l'aria che tira tra Cologno Monzese e Segrate non sia delle migliori. E non si esclude che il titolo possa perdere ancora nei prossimi giorni. Tra l'altro, domani 26 giugno arriverà la sentenza della Cassazione sul Lodo Mondadori, con Berlusconi condannato in Appello a risarcire 560 milioni di euro a Carlo De Benedetti. Piove sul bagnato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    26 Giugno 2013 - 17:05

    Dalla polvere all'altare, già successo.

    Report

    Rispondi

  • giseppe

    25 Giugno 2013 - 19:07

    50000 dipendenti a casa grande vittoria dei giudici ,il resto a veronica .una massa di imbecilli si divertono a vedere SILVIO rovinato .

    Report

    Rispondi

  • Beauty

    25 Giugno 2013 - 13:01

    in mutande anche tutti i dipendenti di Mediaset. Bella vittoria!

    Report

    Rispondi

  • Darkside

    25 Giugno 2013 - 10:10

    E' ormai chiaro che la fine del Berlusca è vicina. La magistratura,che non è della sinistra Italiana come tutti dicono,ma obbedisce a referenti internazionali molto più potenti, sta eliminando l'ultimo ostacolo per dominare completamente il nostro Paese.Silvio si è reso ricattabile e questo in politica si paga.I rossi gioiscono,gli azzurri si incazzano,ma presto tutti si ritroveranno uniti nel triste destino del Paese.Per fortuna che ne sono già fuori da tempo..

    Report

    Rispondi

blog