Cerca

L'editoriale

Grillo, il miglior alleato di Renzi

23 Dicembre 2014

5

Il miglior alleato di Matteo Renzi non è Angelino Alfano con il suo Nuovo centrodestra. E nemmeno Silvio Berlusconi, che pure con il presidente del Consiglio ha un accordo di ferro per fare le riforme ed eleggere il capo dello Stato. Né si può dire che lo sia Massimo D’Alema, il quale a dire la verità ogni volta che parla e manifesta altezzosamente il suo disprezzo nei confronti del Rottamatore gli fa guadagnare voti. No, il miglior alleato del premier è senza ombra di dubbio Beppe Grillo. Nessuno più dell’ex comico ha infatti versato quest’anno un tributo così elevato di parlamentari. Certo, da quando è iniziata la legislatura, tanti onorevoli hanno cambiato casacca, passando dall’opposizione alla maggioranza. Ma da quando Renzi ha fatto il suo ingresso a Palazzo Chigi gli esodi si sono verificati soprattutto fra gli esponenti del Movimento Cinque Stelle. Con l’uscita, registrata ieri, di Cristian Iannuzzi, Ivana Simeoni e Giuseppe Vacciano salgono a 26 i parlamentari grillini che hanno voltato le spalle a Grillo per accasarsi nel gruppo misto. È vero, alcuni più che andarsene sbattendo la porta sono stati sbattuti fuori dalla porta, dopo una specie di processo sommario in Rete. Tuttavia, di chiunque sia stata la prima mossa, resta il fatto che quasi un quarto della forza eletta alla Camere con un programma di cambiamento dopo meno di due anni ha ottenuto un solo cambiamento: quello della maglietta che indossa.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mauriziosorrent

    24 Dicembre 2014 - 00:12

    possa essere ingannato dall'establishment come qualche generoso commentatore propone. Credo che deliberatamente a tavolino abbia accettato l'incarico da parte della Finanza massonica (che trae beneficio dall'euro e europa così com'è oggi) per imbonire e poi congelare i voti di protesta impedendo loro di confluire in formazioni veramente destabilizzanti per l'euro e l'europa dei banchieri.

    Report

    Rispondi

  • mauriziosorrent

    24 Dicembre 2014 - 00:12

    A mio avviso il miglior alleato di Mr. Bean della vald'Arno ,invece, è proprio Silvio il quale si staccherà dall'abbraccio incestuoso solo quando i sondaggi lo daranno al 3% (se non molla succederà sul serio!). Grillo invece,è la più spettacolare lista civetta che mai si sia vista! Un raggiro che al confronto Totò che vendeva la fontana di Trevi è una scicchezza. Non credo che uno della sua storia

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    23 Dicembre 2014 - 14:02

    Mancando una vera classe politica, non resta che un Grillo comico televisivo (ieri sul palcoscenico oggi dal suo blog) e un Renzi che gira la ruota della fortuna (ieri quella di Mike, oggi quella del parlamento). Tutti gli altri politicanti sono di fronte le slot machines a tirare la leva con la speranza di “raccattare” qualcosa. That's Italy!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media