Cerca

Trattative

Isis, gli Stati Uniti all'Italia: "Non pagate il riscatto per gli ostaggi"

Isis, gli Stati Uniti all'Italia: "Non pagate il riscatto per gli ostaggi"

La domanda è sempre la stessa: bisogna pagare il riscatto per gli ostaggi? Dopo la terza decapitazione in un mese da parte dell'Isis in Italia cresce l’apprensione per la sorte di Vanessa Marzullo e Greta Ravelli, le due giovani cooperanti rapite lo scorso 31 luglio alla periferia di Aleppo, e di padre Paolo Dall’Oglio, scomparso oltre un anno fa a Raqqa. "Padre Paolo Dall’Oglio è vivo e sta bene - ha detto l'intellettuale damasceno Michel Kilo al Corriere della Sera - si trova in una prigione posta nelle vicinanze della cittadina siriana di Raqqa e controllata da militanti iracheni dello Stato Islamico".

Obama contro i riscatti - Intanto Gran Bretagna e Stati Uniti criticano gli alleati che usano la linea "morbida" per gli ostaggi cedendo alle richieste di denaro dei rapitori. Secondo una recente inchiesta del New York Times il business dei sequestri sarebbe la principale fonte di finanziamento ad esempio per al Qaida, con 125 milioni di dollari versati solo nel 2008. Solo una settimana fa Barack Obama avrebbe espresso tutta la sua frustrazione e irritazione nei confronti della Francia. "Hollande dice che neanche la Francia paga, ma in realtà lo fa", avrebbe confidato ai suoi il presidente americano. E alla Casa Bianca risponde il sottosegretario agli Esteri Mario Giro: "La politica dell’Italia è di non abbandonare nessuno e prova a fare di tutto per i suoi ostaggi - ha detto il sottosegretario agli Esteri Mario Giro - ma utilizzando mezzi leciti e possibili".

I precedenti -  Nei giorni scorsi Panorama ha riferito ldi un presunto riscatto da 6 milioni di dollari pagato dal governo italiano per liberare lo scorso maggio Federico Motka, il cooperante rapito nel 2013. Un’operazione segreta che probabilmente è passata dalla Turchia: i servizi italiani avrebbero chiesto aiuto agli 007 turchi per il pagamento del riscatto. Anzi, sarebbero stati gli agenti dell’intelligence turca, racconta Panorama, a consegnare materialmente i contanti in cambio dell’ostaggio italiano. Sul caso della liberazione di Domenico Quirico, a gennaio la rivista americana Foreign Policy aveva parlato di un riscatto di tre milioni di euro pagato dall’Italia attraverso un negoziatore. Ora lo "schema" potrebbe ripetersi per Greta, Vanessa e padre Dall'Oglio. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dino.michela

    18 Settembre 2014 - 18:06

    No non si deve pagare sono cazzi loro anno voluto l'avventura con i loro idoli ci restino

    Report

    Rispondi

  • umberto2312

    16 Settembre 2014 - 06:06

    Era ora che qualcuno facesse la voce grossa con i calabraghe di Roma!

    Report

    Rispondi

  • stefanosulas

    15 Settembre 2014 - 20:08

    La storia vi ha condannato, fascisti . Eravate potenti quando eravate al potere, in Italia, liberi di ammazzare e manganellare chi non la pensava come voi. Quando la pacchia è finita e il duce di merda è morto, avete nascosto le camice nere e siete andati a tirar calci ai cadaveri in Piazzale Loreto. Ora insultate chi ha più coraggio di voi, due ragazzine, Vermi codardi.

    Report

    Rispondi

    • biemme

      15 Gennaio 2015 - 23:11

      che cosa c'entra tutto questo con i finti rapimenti per finanziare i terroristi. Bisogna essere beoti per credere ancora alla favola dei rapimenti tipo Sgrena ecc..ecc.. Basta!!

      Report

      Rispondi

    • FeO

      16 Settembre 2014 - 15:03

      ....ma ci fai o ci sei? qua ci si chiede se è giusto pagare un riscatto che andrà a finanziare la follia omicida degli integralisti...mi spiace per le due ragazze, ma lo sapevano che erano in pericolo perchè è da quando è iniziata la guerra che rapiscono occidentali nella zona di aleppo. Henning, che sarà il prossimo a cui taglieranno la testa, era un cooperante come le due italiane ...

      Report

      Rispondi

  • laelo

    15 Settembre 2014 - 15:03

    ma lasciatele morire! Comunistoidi frustrate pro palestina che sono andate a cacciarsi nei guai ed ora che ci rimangano. Che si facciano aiutare dagli amici musulmani a tornare a casa...coglione!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog