Cerca

Pugno d'acciaio

Israele, immigrazione: rimpatrio di 40mila africani, chi rifiuta va in galera. E intanto pignorano lo stipendio

9 Gennaio 2018

8
Israele, immigrazione: rimpatrio di 40mila africani, chi rifiuta va in galera. E intanto pignorano lo stipendio

Una lezione in tema di immigrazione all'Italia arriva da Israele, Stato che del pugno di ferro, in ogni campo, ha fatto una delle sue ragioni fondanti. Il governo di Benyamin Netanyahou è infatti determinato ad espellere eritrei e sudanesi entrati in Israele. Si tratta di quasi 40mila immigrati africani entrati illegalmente nel Paese, secondo le autorità nella stragrande maggioranza dei casi richiedenti asilo fittizi, attirati soltanto dalle migliori condizioni di vita. Come sottolinea Italia Oggi, il loro afflusso ha creato non pochi problemi nei quartieri poveri a Sud di Tel Aviv.

Leggi anche: Immigrazione, il sondaggio: gli italiani confessano, siamo razzisti

Dunque, è stato messo a punto un piano di evacuazione, un accordo concluso con il Rwanda: lo stato africano ha accettato di accogliere 10mila migranti incassando 5mila dollari a persona. Chi accetterà, riceverà 3.500 dollari. E chi rifiuta? Quando richiederà la proroga del permesso di soggiorno si vedrà notificare un avviso che concede tre mesi di tempo per partire, al termine dei quali verranno arrestati. Insomma, o via o in galera: questa la politica di Israele. Magari in Rwanda, non esattamente l'Eldorado. Vi è poi un'altra "misura" che serve per incentivare le partenze prevista da Israele, ossia una ritenuta del 20% sui salari percepiti dai richiedenti asilo considerati fittizi (cifra che verrà restituita nel momento in cui l'immigrato prenderà l'aereo per andarsene).

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcadabollo

    12 Gennaio 2018 - 00:12

    In italia ci andrebbe un Governo israeliano, vedi dove finiscono tutti i bighelloni che mantiene lo Stato e noi compresi, altro che caxzeggiare per le cittá pastrugnando il telefonino, cappuccio felpa in testa e guardare se c' è qualcosa da fregare! Ma prima o poi cambierá l' aria pure per questi......la pentola ha troppa pressione....!

    Report

    Rispondi

  • fabptt

    fabptt

    10 Gennaio 2018 - 09:09

    se non fosse che fa così caldo farei domanda di asilo in modo regolare per andare in un paese civile a vivere, che è israele, peccato che fa troppo caldo

    Report

    Rispondi

  • cane sciolto

    09 Gennaio 2018 - 22:10

    Guarda questi Israeliani che cattivi, ora sono anche razzisti, ma questi poveretti scappano dalle guerre! Solo in una Nazione di Mxxxa non si vede l'evidenzia dei fatti, purtroppo l'Italia ha dei politici che pensano solko ai ca22i loro non pensano al Popolo Italiano che li pagano e anche profumatamente, la corda si sta sfilacciando, il Cinese dice aspetta che il tuo nemico ti passerà d'avanti!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media