Cerca

La rivelazione

Vaticano, confessione choc di una guardia svizzera: "Molestato da cardinali e vescovi"

In un'intervista ad un settimanale svizzero, il gendarme accusa i prelati: "Volevano che andassi nelle loro stanze. Mi chiamavano di notte"

Vaticano, confessione choc di una guardia svizzera: "Molestato da cardinali e vescovi"

Un altro scandalo in Vaticano. Un`ex guardia svizzera ha raccontato di aver ricevuto almeno una ventina di richieste sessuali da parte di preti, cardinali e vescovi mentre era in servizio in Vaticano. L'intervista choc è stata rilasciata al domenicale di Basilea, “Schweiz am Sonntag”, ed è stata ripresa da tutti i media della Confederazione Elvetica, compreso Ticinonline. L`ex guardia ha raccontato al domenicale di una telefonata in piena notte di un alto prelato che lo invitava ad andare nella sua stanza e di un biglietto d`invito a cena di un vescovo accompagnato da una bottiglia di whisky. L`uomo ha avvertito i superiori che però non avrebbero dato seguito alle sue denunce. Intervistato dal giornale, il portavoce della Guardia Pontificia, Urs Moser non ha voluto commentare i fatti denunciati. “I pettegolezzi di una lobby gay in Vaticano non ci riguardano -ha detto- le uniche preoccupazioni delle guardie sono di natura religiosa e militare”.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gianni Schicchi

    07 Gennaio 2014 - 13:01

    come quella dello zio coreano sbranato da 120 cani (a proposit: lode al postatore,di cui mi spiace di non ricordare il nome, che lo aveva capito subito). E lo stesso odore si leva dalla notizia, data in questa stessa pagina, del rabbino molestatore di bambini.

    Report

    Rispondi

  • taxpayer

    07 Gennaio 2014 - 13:01

    Ha ragione Urs Moser quando parla di tipica atmosfera di gossip nell'ambiente omosessuale. In Vaticano o altrove ne esce sempre un clima dove adescamenti, gelosie e isterismi sono all'ordine del giorno. E' un fatto di costume, ma oggi ovviamente non perseguibile dalla legge. Al contrario, chi tenta di porvi riparo finisce nel tritacarne mediatico come omofobo.

    Report

    Rispondi

  • sararon

    06 Gennaio 2014 - 21:09

    Forse adesso si spiega il motivo dei casi di suicidio tra le guardie svizzere

    Report

    Rispondi

  • veneziano49

    06 Gennaio 2014 - 21:09

    comincio a capire perchè il nuovo moderno Papa,nonchè prete di campagna,prende atto senza tanti problemi che la modernità ci porta pure i gay. E' evidente con il retroterra omosessuale presente nella Chiesa possiamo capire il perchè...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog