Cerca

Usa, nuovi guai per Obama

Gli studenti bloccano autostrada per protestare contro i tagli

Usa, nuovi guai per Obama
Migliaia di studenti univerisitari e delle scuole superiori sono scesi in piazza in diverse città della California. Le manifestazioni sono state in maggioranza pacifiche, ma a Oakland 150 persone sono state arrestate dopo aver bloccato un'autostrada nell'ora di punta.  Ai cortei, organizzati da sindacati e organizzazioni studentesche, hanno partecipato anche moltissimi genitori per protestare contro l'aumento delle tasse a carico degli studenti, la riduzione delle classi e dei docenti. Con i conti dello stato in rosso da quando è iniziata la crisi finanziaria, il governatore Arnold Schwarzenegger ha dichiarato di non avere altra scelta che tagli miliardari a tutta l'istruzione, dalla primaria fino a quella universitaria per cercare di ridurre il deficit.

Oltre 150 studenti californiani sono stati arrestati ad Oakland, vicino a San Francisco, per avere bloccato una autostrada durante l'ora di punta. Come è successo 40 anni or sono, la protesta rischia di estendersi a tutti i campus degli Stati Uniti. Ieri, un migliaio di persone hanno manifestato a Berkeley, senza incidenti, e ci sono stati scioperi e manifestazioni nei principali atenei del Golden State.

Riecheggiano gli slogan del ’68 -"Mettete i soldi dove sono i nostri cervelli", "Niente tagli, l'istruzione deve essere libera". Riecheggiando gli slogan del 68, centinaia di studenti si sono riuniti nel mitico campus di Berkeley, alle porte di San Francisco, per protestare contro i tagli ai finanziamenti e gli aumenti delle rette universitaria di una California in profonda crisi. "E' più importante far arrivare la nostra voce ai palazzi del Governo, invece che rimanere a protestare nel campus - spiega Richard Walker, insegnante a Berkeley esponente dell'organizzazione Save the University, salviamo l'Università -. I soldi ci sono, ma vengono spesi nel modo sbagliato". Le forze dell'ordine, tra cui decine di poliziotti in bicicletta, erano numerose, pronte ad intervenire, dopo gli incidenti di venerdì scorso, quando la Ucdp (University of California Police Department), si era trovata impreparata dopo gii scontri che avevano coinvolto circa duecento manifestanti, dopo una festa all'interno del campus. I conti della California sono in profondo rosso a causa della crisi economica, così il governatore Arnold Schwarzenegger ha ordinato tagli drastici all'istruzione pubblica. Le rette sono aumentate del 32%, superando i diecimila dollari, una cifra mai raggiunta in passato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • SinkTheQueen

    06 Marzo 2010 - 07:07

    Gli studenti chiedono l'impeachment di Obama che ha tradito gli americani in favore degli speculatori, non è il popolo che deve pagare i fallimenti, la California ecoliberista è ormai fallita, niente e nessuno fermerà il tracollo del sistema finanziario speculativo, si lascino fallire gli speculatori e si salvi la gente e le fabbriche.

    Report

    Rispondi

blog