Cerca

Scenari azzurri

Il consiglio di Confalonieri al Cav
Serve un progetto, non un'alleanza

L'amico di una vita mette in guarda il Cav dai rischi di un'alleanza anti-sinistra

Il consiglio di Confalonieri al Cav
Serve un progetto, non un'alleanza

L'idea del Cavaliere, di formare una Confederazione di moderati non è altro che scopiazzare, vent'anni doopo, l'idea degli avversari che proprio lui sconfisse. Lo scrive FRancesco Vederami sul Corriere della Sera che sottolinea come nel Pdl sia difficile tenere unita una galassia senza una visione comune. Non a casa l'amico di una vita, Fedele Confalonieri, ha consigliato a Berlusconi di smetterla con la continua minaccia di far saltare Monti. Secondo lui sarebbe preferibile concentrarsi sullo studio approfondito di un progetto". Nel rapporto tra i partiti dell'area che fu del centrodestra il gioco tattico non è destinato a lungo, impossibile continuare a rinviare quella che è la soluzione di un problema di fondo: le elezioni del 2013 si dovranno fare in tempi utili per garantire l'elezione del presidente della REpubblica. Lo scioglimento delle Camere è previsto a febbraio. Per quel momento il centrodestra dovrà aver messo a punto un progetto vero. Perché l'idea di una confederazione che tenga dentro tante anime del centrodestra non sia solo un'alleanza contro la sinistra, ma una formazione con un'anima. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • perfido

    12 Maggio 2012 - 22:10

    Caro amico, condivido quasi tutto. La ciliegina sulla torta l'hai messa in calce al commento. Hai però omesso di citare "la penalità", ossia, quando per colpa del candidato, il partito o movimento, perde credibilità. Il grande Giorgio ALMIRANTE, sosteneva che, all'appartenente al MSI doveva essere inflitta, quando questi disonorava l'immagine del partito, il doppio della pena. Voglio dire: una paga mensile, al di sotto di quella attuale, per un politico, con i tempi che corrono, significa tanto. Per cui, il grande imprenditore Silvio BERLUSCONI, ha tutto il tempo materiale, per esaminare, persona per persona. Ovviamente, noi stiamo discutendo già a Parlamento dimezzato. Saluti.

    Report

    Rispondi

  • Al-dente

    12 Maggio 2012 - 16:04

    Temo che anche Confalonieri ormai stia dando i numeri. Un alleanza, quando non si hanno i numeri, è cosa sensata così come è sensato il suggerimento di Confalonieri di un progetto da seguire MA dimentica qualche altra cosa che è necessaria perchè il tutto funzioni. Confalonieri dimentica che per proporre qualche cosa bisogna avere la FIDUCIA del bacino di elettori a cui la cosa viene proposta. Il PICCOLO guaio dei problemi di Berlusconi e del PdL sta proprio lì. La fiducia, del bacino di elettori che potevano accordargliela, se la sono persa ingannandoli con vuote promesse o, peggio ancora, con programmi totalmente in disaccordo con quello che gli era stato promesso o che era legittimo sperare e aspettarsi da un partito di centro destra. E' questo il vero problema di Berlusconi e del PdL, NESSUNO GLI RITORNERA' LA FIDUCIA. Saranno inutili le chiacchiere a vuoto E LE RELATIVE SCUSE GIUSTIFICATIVE, potrà sfiatarsi quando vuole, gli rideranno dietro.

    Report

    Rispondi

  • bepper

    12 Maggio 2012 - 16:04

    evidentemente la vecchiaia fa brutti scherzi, incominci a dire sempre le stesse cose con le stesse parole. Dico quello che mi pare e, in mille battute, non disquisisco sull'universo, che so la precessione del perielio, oppure gli archivi reali di Mari. Se vuoi parlare della proliferazione dei movimenti a sinistra accomodati, leggerò con piacere.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    12 Maggio 2012 - 13:01

    La teoria del moto bepperiano,oggi viene dimostrata in modo inconfutabile.Spargliato la destra,disperso il centro........ma la sinistra?Amen.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog