Cerca

Il giallo

Berlusconi non torna in campo?
Che fregatura per Alfano...

Il balletto di Silvio (si ricandida oppure no?) comunque vada a finire ha mietuto una vittima illustre: l'ex Guardasigilli
Silvio Berlusconi e Angelino Alfano

Il sasso nello stagno lo ha lanciato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, uno dei primi esponenti della fronda contraria al ritorno: "Tranquillizzo i mercati e la sinistra - ha dichiarato intervenendo ad Omnibus su La7 -: non ci sarà il sesto tentativo di Silvio Berlusconi". Il primo cittadino della capitale ha proseguito nella sua tirata anti-Cav: "Grazie alle mie dichiarazioni lo spread diminuirà di qualche punto". E ancora: "Ho parlato questa settimana con Berlusconi e gli ho espresso le mie perplessità sulla riproposizione della sua candidatura, che ritengo rappresenti un passo indietro. Oggi - ha concluso Alemanno - il Pdl e tutto il centrodestra devono scrivere una pagina nuova e costruire una nuova visione".

I dubbi di Frattini - Insomma, il sindaco è sicuro: Berlusconi non torna in campo. E a far rumore, in questo sabato 21 luglio, sono le non-smentite. Nessuno si è affrettato a dire che quanto affermato da Aleamanno sia falso. Anzi, c'è una voce autorevole del Pdl che dà credito alle parole del sindaco. A parlare è Davide Frattini, l'ex ministro degli Esteri, che ammette: "Non sono sicuro del ritorno in campo di Berlusconi. Semplicemente perché non l'ho sentito dire da lui". Un'osservazione tanto lampante quanto macroscopica: la conferma ufficiale del Cavaliere, in effetti, non è mai arrivata. Tante mezze parole, mezze conferme, ma mai l'ufficialità.

La svolta - La voce sul possibile ritorno in campo di Berlusconi, per la sua sesta corsa elettorale, circolava da tempo, e si fece più insistente dopo la tornata di amministrative in cui il Pdl uscì bastonato. Eppure il partito sembrava puntare tutto sul segretario, il delfino ufficiale del Cav, Angelino Alfano: "E' lui il nostro candidato". Ma le voci si facevano sempre più insistenti tra liste civiche, azzeramento del partito, cambio di simboli. Quindi la svolta nelle ultime due settimane: viene messo da parte Alfano, torna il Cavaliere. E forse torna anche Forza Italia, idea che non è piaciuta affatto ai colonnelli azzurri, tanto che lo stesso Berlusconi è stato costretto a una mezza retromarcia. Ora un'inversione a "u" pare essere possibile anche sulla ricandidatura: forse Silvio non scenderà in campo. 

La vittima illustre - Tutta questa manovra, in qualunque modo vada a finire, ha mietuto una vittima illustre: lo stesso segretario Alfano. Prima cavalcato come la novità su cui rifondare il partito, poi crocifisso dopo la debacle alle amministrative, quindi costretto a farsi da parte per l'impetuoso ritorno di Berlusconi. Difficile immaginare che se davvero il Cav si (ri)facesse da parte le redini del partito possano tornare a lui (si passerà dalle primarie? Possibile). L'ex Guardasigilli, ora, è politicamente indebolito. E forse lo sarà ancor di più quando arriveremo alla soluzione del "giallo Pdl".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • petra9035

    22 Luglio 2012 - 12:12

    Poco fa berlusconi ha detto che invece torna in campo.

    Report

    Rispondi

  • huckleberry10

    22 Luglio 2012 - 11:11

    E’ già arrivata la smentita del pagliaccio, poi seguirà la smentita della smentita!

    Report

    Rispondi

  • pi.bo42

    22 Luglio 2012 - 11:11

    Attenzione da Palazzo Grazioli è già arrivata la smentita della smentita della smentita! E purtroppo non siamo sicuramente alla comica finale. Da destra si ode uno squillo da sinistra risponde uno squillo, dal centro un altro ancora, la politica delle barzellette per risolvere la crisi in cui si dibatte il paese. E poi ci si lamenta se uno come Grillo è arrivato al 18%. NB: squillo qui è sinonimo di ca...ta!

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    22 Luglio 2012 - 11:11

    Anche nel caso le perdesse,il governo Prodi non ti ha insegnato niente?Eppure stiamo parlando del 2006 non del 1945.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog