Cerca

Europa a pezzi

Parigi e Berlino truccano i bilanci
Ma a tagliare siamo soltanto noi

I loro debiti pubblici sono ufficialmente sotto il 100% del Pil, ma seguendo i calcoli dell’agenzia dello sviluppo salirebbero a 115 e 120%

Parigi e Berlino truccano i bilanci
Ma a tagliare siamo soltanto noi

Invertiamo le parti: sia l’Italia a chiedere a Francia e Germania di mettersi in ordine. Roma, infatti, ha iniziato a farlo, pur faticosamente, ma Parigi e Berlino nemmeno lo hanno in programma.  Vediamo i fatti. Debito pubblico: ufficialmente è sotto il 100% in Germania, ma se si contasse quello dell’agenzia dello sviluppo per la riunificazione ed altre simili istituzioni andrebbe ben oltre, probabilmente verso il 115% del Pil; quello francese è calcolato in un perimetro di amministrazione pubblica ritagliato per farlo apparire meno di quello che è, il calcolo giusto lo porterebbe oltre il 120% del Pil. Il calcolo del debito italiano, invece, è giusto al centesimo, con l’eccezione dei 60-70 miliardi che lo Stato deve ai fornitori e la cui contabilizzazione appare ambigua. In sintesi, l’ipotesi è che Francia e Germania nascondano centinaia di miliardi di debito e che ciò possa essere un fattore di futura destabilizzazione dell’Eurozona. In particolare: mentre per l’Italia l’entità del problema è trasparente, al riguardo di Francia e Germania non lo è anche per l’azione di nascondimento e di negazione attuata dai due governi, contando sul loro maggiore potere geo-politico e di influenza nelle istituzioni internazionali. Nel momento in cui l’Italia dovrà spremere sangue dai suoi cittadini per ridurre debito e deficit è tollerabile che Francia e Germania non si mettano altrettanto in ordine, con il rischio di riaprire l’eurocrisi? 

Leggi l'articolo integrale di Carlo Pelanda su Libero in edicola oggi 7 agosto

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lella64

    08 Agosto 2012 - 19:07

    ha proprio ragione,gli imbecilli andrebbero sterilizzati,e lei sarebbe il primo di una lunga lista,evitando così che lei procrei,facendo così in modo di evitare ulteriori altri danni al nostro paese.UNO COME LEI IN ITALIA BASTA E AVANZA

    Report

    Rispondi

  • lella64

    08 Agosto 2012 - 16:04

    ....dimenticavo....visto che io mi sono rivolta a lei dandogli appunto del lei,veda di fare altrettanto.Io il"tu" lo permetto solo a persone che se lo meritano e non è certo il suo caso.IMPARI L'EDUCAZIONE.

    Report

    Rispondi

  • lella64

    08 Agosto 2012 - 15:03

    Inanzi tutto mi meraviglio enormemente che a persone sboccate come lei,maleducate,e enormemente ignoranti possano pubblicare degli scritti,dovrebbe farsi insegnare da qualcuno oltre all'educazione,anche il rispetto per le persone che giustamente non la pensano come lei,visto che sua madre non è stata in grado di farlo.Lei è solo una povera persona frustrata che apre la bocca per dare aria ai polmoni,che non collega il cervello prima di parlare a causa degli scarsi e quasi assenti neuroni.Io in nord AFRICA come dice lei mi ci trasferirei volentieri,visto che li troverei persone più colte e intelligenti di lei ,e la cosa non è affatto difficile visto il soggetto.LA SUA IGNORANZA, LA SUA STUPIDITA'E LA SUA IMBECILLITA' NON HANNO LIMITI.SI FACCIA CURARE MAGARI A BRACCETTO AL SUO AMICO BOSSI,è UN CONSIGLIO.

    Report

    Rispondi

  • walter112

    08 Agosto 2012 - 02:02

    Sei Lombarda, anch'io lo sono, ma vedo che sei particolarmente affezzionata alla "CAMORRA" ed all'"ANDRANGHETA", MA COSA C'E' SOTTO, DILLO DAI!!!!!!Sei un ag... procur..... e provocatore infiltrato al nord. Rimango sempre del mio parere, che al prossimo lancio di caramelle gli americani, aggiustino la mira e facciano un grande beneficio all'Italia ed alla umanità intera. Prosit.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog