Cerca

Facci

Così demolisce Di Pietro
Un pesce che puzza da vivo

Filippo Facci lo paragona un merluzzo che si contorce sull'arenile senza un disegno, senza una pianificazione

Così demolisce Di Pietro
Un pesce che puzza da vivo

di Filippo Facci

Poveraccio. Le ferie, per Di Pietro, sono sempre state una disperazione, una perdita di tempo: in agosto rilascia sempre pacchi di comunicati anche perché i giornalisti, depressi dalla tundra romana, finisce pure che li riprendono. Ma quest’anno è diverso. È peggio. Un collega de «Il Post», Francesco Costa, ha suggerito l’immagine del pescione appena pescato: sa che non ne avrà per molto e allora si dimena. Ecco, è lui. Prima difende l’accordo di Vasto, poi Vendola e il Pd lo respingono, allora lui straccia l’accordo di Vasto, poi propone un’alleanza a Grillo, Grillo lo manda affan-day, allora lui critica Grillo, poi chiede regole per le primarie, poi si candida alla premiership senza le primarie, poi attacca Napolitano su qualsiasi cosa (dirà pure che puzza, presto) e poi rivaluta Craxi, sostiene Ingroia, si autoinvita alla festa del Pd, il Pd lo respinge, allora lui attacca il Pd, e insomma: un merluzzone che si contorce sull’arenile, senza un disegno, una pianificazione, senza niente. Solo un inconsulto tentativo di tenersi in vita. Scoprireste che l’ha sempre fatto, se sbirciaste la sua biografia: ma, ogni volta, fioccavano presunti retroscena, racconti di cosmogonie in atto. Ora l’hanno capito tutti, che non c’è niente. Il pesce dopo tre giorni puzza: ma Di Pietro, con l’aura negativa che si porta dietro, puzza da vivo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paco1492

    14 Agosto 2012 - 14:02

    Purtroppo Di Pietro non é il solo parolaio voltagabbana incapace in parlamento, ma é in folta compagnia Casini in primis

    Report

    Rispondi

  • raucher

    14 Agosto 2012 - 12:12

    contraddice ma qualche italiano continua a votarlo . Quell'anima santa di Veltroni gli garantì la fatale alleanza con il PD, grazie alla quale salvò le penne , al contrario di Cossutta , Diliberto , Pecoraro Scanio .Ma siamo così sicuri che il porcellum sia poi così male?Ha l'indubbio merito di averci liberati da orrendi soggetti anche se non tutti, grazie al Pd.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    13 Agosto 2012 - 21:09

    Realismo?Ti rendi conto che il listone che hai citato è roba da fantapolitica?Ma ti pare possibile una cosa del genere?Cosa fanno,il governo Prodi versione centrodestra?Per durare quanto?E si ,nick,il problema non è vincere o meno,ma quanto duri?Prova a chiedere a Mortadella.

    Report

    Rispondi

  • ferrarigiuliano

    13 Agosto 2012 - 18:06

    Non mi dite che l'aratore di Montenero di Bisaccia..ha aperto una pescheria....e i pesci..per primo li prende in faccia, tra lui e il pierfurby casini..tiri la monetina e sai chi è il più incasinato mentalmente!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog