Cerca

Boldrini incontra Lista Tsipras

Boldrini incontra Lista Tsipras

La presidente della Camera, Laura Boldrini, ha ricevuto giovedì mattina, in due incontri, i rappresentanti della lista "L'altra Europa con Tsipras" e della Federazione dei Verdi in merito alle modalità per la raccolta delle firme e per la presentazione delle liste alle prossime elezioni europee. Al centro dei colloqui, in particolare, la norma della legge 18 del 1979 che impone di raccogliere almeno 3mila firme in ogni regione d’Italia, indipendentemente dal numero di abitanti della regione stessa, pena la cancellazione della lista nell’intera circoscrizione elettorale.

Laura dice sì - La presidente Boldrini - si legge una nota della Camera (ma non era difficile immaginarlo) - ha giudicato ragionevole e condivisibile la richiesta di modificare questa regola. Ha ricordato però che la questione può essere risolta solo mediante un intervento legislativo. Un testo contenente alcune modifiche alle norme per il voto europeo - si ricorda ancora - è già stato votato dal Senato ed è ora all’attenzione della Commissione Affari Costituzionali della Camera. L’inizio dell’esame in Aula sarà deciso nella Conferenza dei Capigruppo in programma oggi a Montecitorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gioch

    28 Marzo 2014 - 09:09

    Io che mi ritengo un ecologista,vedo sempre i Verdi insieme ai comunisti.Chi cazzo mi può rappresentare? Il suinistro Vendola dell'ILVA?con Ferrante(presidente ILVA) ex candidato dei sinistri a Milano?

    Report

    Rispondi

  • Janses68

    28 Marzo 2014 - 09:09

    Ma quando cancellano il senato e tutte le persone idiote e inutili che ci stanno dentro ??? Ma un po' di tritolo? Voglio un politico che sappia veramente usare una bomba a mano.

    Report

    Rispondi

  • BO45MARPASS

    27 Marzo 2014 - 20:08

    ridicoli ex comunisti ,non si sono resi conto che il mondo e' canbiato,ma lo hanno capito (per fortuna i cittadini itaiiani.infatti se non fossero saliti (per scendere subito) treno del pd non sarebbero nemmeno entrati in parlamento,senza avere certo una presidenza al senato.ora per lo stesso motivo cercano cercano in grecia lo stesso treno

    Report

    Rispondi

  • BO45MARPASS

    27 Marzo 2014 - 20:08

    ridicoli comunisti .non hanno piu'seguito in italia ( per fortuna) e non si rendono conto del fallimento del loro progetto ,e credo che continani a perseverare per non andare a produrre e confondersi con i loro protetti (operai e pensionati )perche 'sanno molto bene che con una sinistra del secolo scorso sono senza rappresentanti

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog