Cerca

Allarme terrorismo

I servizi: presto nuovi attentati
Nel mirino Grecia e Finmeccanica

Azioni per solidarietà con le cellule di cospirazione elleniche. Dopo Adinolfi gli anarchici avevano annunciato 7 nuovi attentati

A lanciare l’allarme è il generale Giorgio Piccirillo, direttore dell’Agenzia informazioni e sicurezza interna
I servizi: presto nuovi attentati
Nel mirino Grecia e Finmeccanica

Dopo "una fase anche se breve di minore attivismo", c'è da aspettarsi "una graduale ripresa dell’offensiva delle sigle Fai con attacchi a obiettivi indicati nei recenti documenti": in particolare, "obiettivi greci in Italia e anche italiani in Grecia, per solidarietà con le cellule di cospirazione di fuoco elleniche", e "tutta la galassia Finmeccanica indicata in tutte le sue componenti come obiettivo fondamentale". A lanciare l’allarme è il generale Giorgio Piccirillo, direttore dell’Agenzia informazioni e sicurezza interna, in un’audizione in Commissione affari costituzionali alla Camera.

L’attuale "momentanea stasi è dettata da esigenze di cautela" dopo l’agguato all’ad di Ansaldo Nucleare: come è prassi consolidata - ha ricordato Piccirillo - in questi casi "gli appartenenti a quei gruppi mantengono un profilo molto basso, perchè si aspettano la reazione investigativa e dello Stato". Naturalmente, "l'aggressione ideologica anarchica resta finalizzata anche a forze dell’ordine, apparato giudiziario, strutture di sfruttamento delle risorse energetiche, forze armate, forniture belliche, banche, strutture di gestione e indirizzo della politica economica, enti finanziari, uffici esazione, tutto il mondo che in questo particolare momento di congiuntura economica viene ad essere privilegiato quasi alla ricerca del 'consensò al dissenso da parte della popolazione".

All'indomani dell'attentato all'amministratore delegato di Ansaldo Nucleare Roberto Adinolfi, le stesse sigle anarchiche avevano preannunciato sette ulteriori attentati nei prossimi mesi.

roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    23 Maggio 2012 - 19:07

    I primi due della lista li conosciamo.Gli altri?Via al sondaggio.

    Report

    Rispondi

  • Liberopensatore1950

    23 Maggio 2012 - 19:07

    Salvo che sia una di quelle particolari strutture parallele, delle quali i politici con un piede nella fossa, accennano tanto, ormai, al massimo mi fanno fuori... Oppure sono ragazzi che condizionati da persone più mature che raccolgono il disagio del tessuto socioeconomico e, con quel tipo di azione, ritengono di riportare la normalità. D'altro canto, la destabilizzazione fine a se stessa, non avrebbe modo di esistere se non finalizzata all'assunzione del Potere ma, allora, si chiamerebbe rivolta sociale. In questi casi, il denaro che serve, non credo arrivi dalle paghette e, comunque, per quelli che ritengono ideali, spargono sangue. Come far coppia con le tante mafie, ma loro non hanno neppure finti ideali, pensano al potere del denaro e basta; davvero un bel periodo che ho già vissuto e si risolse con un nulla di fatto, tranne che per le vittime.

    Report

    Rispondi

blog