Cerca

lettere al direttore

L'Imbeccata

News da Radio 105

Rihanna manda Parigi nel caos

Rihanna manda Parigi nel caos

Rihanna manda Parigi nel caos. La capitale francese è letteralmente impazzita per la popstare delle Barbados. Rihanna aveva invitato i suoi ......

 

ascolta ora

Radio 105

La rivoluzione del SSN

Sanità, addio ticket
arriva la franchigia all'1%

Sanità, addio ticket
arriva la franchigia all'1%
Il governo presenterà prima di Natale il documento che prevede una tassa sulle prestazioni sanitarie e l'eliminazione di alcune esenzioni. In pratica chi dichiara un reddito di 100 mila euro pagherà visite mediche, esami e analisi fino a un massimo di 1.000 euro. Farà fede la dichiarazione dei redditi o l'Isee

 

"Una tempesta in un bicchier d'acqua". Il ministro della salute, Renato Balduzzi liquida così le polemiche divampate dopo le parole del premier Monti sull'allarme di una futura non sostenibilità del sistema sanitario nazionale. Non ci saranno tagli, ha chiarito al question time, semmai "riorganizzazione e ristrutturazione". E ancora: "Non ci sarà nessuna privatizzazione". "Mi preme precisare", ha detto il ministro, "che il governo attualmente crede che il Servizio Sanitario sia economicamente sostenibile attraverso operazioni di riorganizzazione e ristrutturazione che non sono tagli ai servizi, ma sono la loro ottimizzazione". Balduzzi ha sottolineato che nel caso in cui non si intervenisse "dal primo gennaio del 2014, sulla base di scelte effettuate nel 2011 dal governo Berlusconi-Tremonti, noi avremo due miliardi di nuovi ticket aggiuntivi. Personalmente penso che questo non sia sostenibile - ha osservato  - sarebbe insostenibile per il sistema, insostenibile per i cittadini, insostenibile in sè in quanto incentiverebbe molti cittadini ad andare a cercare altri nuovi ticket. Alcuni farebbero fatica a pagarli e quindi verrebbe messo in discussione proprio il loro accesso al diritto alla salute, altri andrebbero a cercarsi la soddisfazione delle prestazioni altrove, nel privato, e questo finirebbe per diminuire e indebolire il servizio sanitario nazionale".

Arriva la franchigia - Cosa intende fare allora Monti? Balduzzi annuncia che entro Natale il governo produrrà un documento politico di indirizzo per orientare il cammino per il 2013 sulla riforma ticket. L'intenzione è quella di abolirlo, ma per farlo bisogna trovare un modo per incassare circa 5 miliardi di euro. E' qui che entrerebbe in gioco la francigia che dovrebbe valere l'1% del reddito o dell'Isee dei cittadini. In pratica chi guadagna 100 mila euro l'anno avrà una francigia di 1000 euro; chi dichiara 10.000 euro ne pagherà 100. Ogni prestazione sanitaria ha una tariffa e i cittadini le pagheranno tutte finchè non raggiunge la sua franchigia. A quel punto smetterà di pagare. Si stanno comunque studiando dei criteri per abbassare la franchigia di chi ha malattie costose, come il cancro. Per altre patologie, invece, l'esenzione potrebbe sparire. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Beppe.demilio

    30 November 2012 - 05:05

    E' solo l'inizio di quello che Monti e i suoi sostenitori vogliono regalarci per il 2013! Era stato detto più volte anche dai suoi sostenitore di un 2013 lacrime e sangue ma,gli Italiani ,seguitano a sparare insulti a raffica senza colpire il nemico Monti-Napolitano. Manifestazioni tanto per lasciarci sfogare ma che non hanno prodotto quello che gli ingenui speravano!Sanità:fate un giro nei pronto soccorso degli ospedali e vi rendete conto di quanti stranieri non pagano nulla e pretendono tutto gratis. Milioni di stranieri assisiti di cui molti vivono in Italia e non sono in regola eppure, hanno tutto gratis e le famiglie sono numerose. Vengono in Italia anche da paesi della comunità Europea per farsi fare visite ,analisi,cure,o per partorire ,e tutto gratis. Una situazione assurda che fa risparmiare gli altri paesi e procura danni enormi all'Italia ,e gli Italiani tacciono! Ritorniamo alla vecchia mutua dove i controlli erano più attenti e gli Italiani più furbi! Pensioni in pericolo!

    Rispondi

  • cencio

    29 November 2012 - 23:11

    Innanzitutto vanno eliminati tutti i privilegi relativi alla sanità concessi ai deputati e senatori, alle loro famiglie, parenti, vicini , gatti ecc...(chi può fornisca il testo della polizza sanitaria di questi signori, ne vedrete delle belle)Vogliamo risparmiare?? Come mai in tutti questi tagli non vengono mai eliminate le spese per l'esercito? Quanto ci costa la missione in Libano? Che cosa stanno a fare lì i nostri militari? quanto costano i dipendenti di camera e senato? Quanto costano le province, le commissioni create per i trombati? Quanto Ici e Imu pagano i partiti, i sindacati? Ho quattro soldi in banca, frutto di risparmi dopo 40 anni di lavoro. Anche su questi arriverà il morso famelico di Monti; Chi sa darmi un consiglio per portarli all'estero? Ho votato per la destra ora non voterò più a meno che non stacchino in tempo la spina a questo governo che non ha saputo dare risposte a quanti hanno perso e continuano a perdere lavoro!!/Alcoa, Omsa,Ritel, ILVA.)BUFFONI.!!

    Rispondi

  • gregio52

    29 November 2012 - 20:08

    Caro Monti è arrivato il momento che i nostri politici per cinque anni non ricevano più un euro visto che sino ad oggi continuano a ladrare sulla povera gente e sperperare il denaro come nulla fudesse. Che si controllassero veramente le spese sanitarie (dove tutti i partiti hanno lucrato abbondantemente sino ad oggi) e si incominciasse ad essere SERI, cosa che Lei e tutto questo governo di illuminati non avete dimostrato di essere. STOP AD ALTRI PRELIEVI ALLA POVERA GENTE !!!!!!!

    Rispondi

  • encol

    29 November 2012 - 17:05

    non vedere ed ancor meno capire che i problemi economici della sanità derivano da megasprechi e dalla corruzione imperante, giornaliera e sistematica. Si disse che la corruzione in Italia vale 65Miliardi, bene 3/4 sono della sanità pubblica. Monti svegliati!!!!!!!!!!!

    Rispondi

Mostra più commenti

Shopping

blog