Cerca

La gaffe in rete

Pizzarotti su Facebook: "Cerco collaboratori ovviamente gratis". E' rivolta contro il sindaco grillino

Nessuno vuole lavorare gratuitamente. Se poi te lo chiede il primo cittadino di Parma per qualcuno è un insulto. La ricerca di un programmatore informatico per Pizzarotti si è trasformata in un boomerang

Federico Pizzarotti

Anche i grillini cadono inciampano nella Rete. Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, sulla sua pagina ufficiale di Facebook, si avventura in un post che vuole essere propositivo e che si trasforma nel giro di poche ore in un gigantesco boomerang: "C'è uno sviluppatore ASP.NET (per limiti di piattaforma, prossimamente anche PHP) - scrive il sindaco, in carica da maggio scorso - , o un gruppo di sviluppatori, che vorrebbe collaborare con noi per sviluppare alcune idee che vorremmo portare avanti? Progetti semplici, poche pagine, ma efficaci. Anche da remoto. Ovviamente in modo gratuito. :) Un modo in più per partecipare". Ecco, quel "ovviamente in modo gratuito" condito da faccina non è andato giù a chi lo segue. "Ma sono soltanto io ad essere scandalizzato da una richiesta di lavoro gratuito? Ma perché non pagate?", scrive Ciro Pellegrino. E a chi gli ribatte "E' un modo per collaborare con le proprie competenze" replica "a questo punto tutti gli sviluppatori mandino le loro bollette al palazzo municipale di Parma". Ma non è il solo a prendersela con Pizzarotti. 

La rivolta di Facebook - La rabbia dei suoi fan su facebook è incontenibile: "Pizzarotti, fattele da solo, cosi non spendi niente", scrive Alessandro Muraro. Qualcuno rispolvera anche il cv del sindaco: "Visto che il buon Pizzarotti faceva l'informatico pure lui, perchè non si studia asp e php e le pagine le fa lui?", scrive Maria Luisa Mello. C'è anche chi dà un consiglio sicero al primo cittadino di Parma: "Pizzarotti perchè non fai il sindaco gratis?", afferma Alessandro Iovino. Ma è antonella Negretti a scrivere il commento più duro e anche più cinico: "La cosa peggiore è che, alla fin fine, qualcuno che lavorerà gratis lo troverà. perché siamo arrivati a questo, al considerare un privilegio il sol fatto di poter lavorare. grazie, Italia". Grazie Pizzarotti.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alvit

    18 Gennaio 2013 - 18:06

    Questo crede di stare a giocare con una importante città a "mamma casetta"??? FERMATELO, che è già troppo tardi.

    Report

    Rispondi

  • gilucas

    18 Gennaio 2013 - 14:02

    D'ora in avanti s'alzerà il velo di nebbia anche sull'operato dei politici: qualche decina di rompiballe 5 stelle spulcerà deputati e senatori ladri a Roma. Ne vedremo delle belle. Il mio sogno era di vedere anche qualche schizzo di sangue, ma dovrò accontentarmi.

    Report

    Rispondi

  • sig.nessuno

    18 Gennaio 2013 - 13:01

    Deve ancora imparare una delle regole grammaticali del politichese. Mai mettere la parola "ovviamente" insieme a qualcosa di sgradito all'interlocutore. "Ovviamente bisogna pagare", "E' ovvio che ci sia molto da aspettare", "Ovviamente c'è un lungo iter da seguire", "Ovviamente saranno tempi duri", "E' ovvio che ti farà male", "Ovviamente non posso pagarti"... Bisogna sostituire l'ovvio con il purtroppo.

    Report

    Rispondi

blog