Cerca

Dopo 136 giorni

Yara, Massimo Bossetti: finisce l'isolamento, andrà in cella con stupratori e pedofili

Yara, Massimo Bossetti: finisce l'isolamento, andrà in cella con stupratori e pedofili

E' finito l'isolamento in carcere per Massimo Bossetti: il 44enne, accusato dell'omicidio della piccola Yara Gambirasio, dopo 136 giorni trascorsi in cella e in solitudine, potrà da ora trascorrere le proprie giornate assieme agli altri detenuti del carcere Gleno di Bergamo. Bossetti, con ogni probabilità, sarà trasferito nel reparto "protetti" della struttura bergamasca, in cui si trovano i detenuti accusati di reati sessuali di vario tipo (dallo stupro alla pedofilia) o di crimini che potrebbero anche esporlo a ritorsioni da parte dei compagni di cella.

La sorpresa degli avvocati - Dal 16 giugno, giorno in cui Bossetti fu arrestato, il carpentiere di Mapello era detenuto in un'ala del carcere riservata a chi non può incontrare nessuno a parte avvocati e familiari. Il pm Letizia Ruggeri ha disposto la revoca della misura cautelare lo scorso 28 ottobre (proprio il giorno del compleanno di Bossetti), con grande sorpresa anche dei legali del 44enne, che avevano chiesto la scarcerazione per il loro assistito, ma non la revoca dell'isolamento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • locatelli

    11 Novembre 2014 - 18:06

    anche per me

    Report

    Rispondi

  • Peo

    31 Ottobre 2014 - 11:11

    Aspetto ancora lumi sul caso del "Camionista inglese", presentato all'epoca come una curiosità. Il suo DNA era in un data base internazionale e venne accusato con sicurezza di un delitto in Italia. Risultò certo senza alcun dubbio che qui da noi non era MAI VENUTO. Bella storia, vero?

    Report

    Rispondi

  • Picchio10

    Picchio10

    30 Ottobre 2014 - 10:10

    Se è colpevole, come credo che sia (opinione mia) è bene che stia fra i suoi simili. E... ci rimanga.

    Report

    Rispondi

    • andreamagiera

      31 Ottobre 2014 - 00:12

      si pensa sempre che una persona sia colpevole anche se non ci sono prove che sia stato Bosetti a uccidere Yara

      Report

      Rispondi

    • Bolinastretta

      30 Ottobre 2014 - 11:11

      dei se e dei i ma sono piene le fosse... non hanno ancora uno straccio di prova (provata) e stanno comunque rovinado la vita di un uomo e della sua famiglia! prima lo incastri poi lo processi poi lo condanni e dopo ... lo rovini!!

      Report

      Rispondi

  • danianto1951

    30 Ottobre 2014 - 10:10

    cacciate LETIZIA RUGGERI dalla magistratura, fatele pagare i milioni di euro sperperati sequestrandole anche le mutande e sbattetela in un barcone assieme al suo politicamente impegnato capo della procura, direzione Africa!!!!

    Report

    Rispondi

    • blues188

      30 Ottobre 2014 - 11:11

      Concordo! Sperando che gli africani non si offendano per la poco generosa offerta!

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog