Cerca

Allarme terrorismo

Islam, rivolta nel carcere di Padova inneggiando ad Allah e all'Isis. Feriti due poliziotti

Islam, rivolta nel carcere di Padova inneggiando ad Allah e all'Isis. Feriti due poliziotti

Poliziotti aggrediti, invocazioni ad Allah, manifestazioni di solidarietà e sostegno all'Isis: dal carcere Due Palazzi di Padova arrivano segnali preoccupanti sul fronte del terrorismo islamico. Cosa è successo l'ha denunciato oggi il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe, per voce del leader Donato Capece. "Nella sezione detentiva regolamentata dalla vigilanza dinamica, che permette ai detenuti di girare liberi buona parte del giorno e che per questo presenta livelli minimi di sicurezza, si respirava alta tensione, con atteggiamenti palesemente provocatori da parte di buona parte dei detenuti verso i poliziotti", spiega Capece.

Un attacco organizzato - "Qualcosa 'bolliva in pentola'", puntualizza il segretario del Sappe, "tanto che all’atto dell’ingresso nel Reparto detentivo di due poliziotti penitenziari questi sono stati aggrediti e feriti senza alcuna giustificazione e le cose sono drammaticamente degenerate con urla e grida, evidentemente sintomo dell’avvio di una protesta dei ristretti. Molti di questi, di origine araba, inneggiavano ad Allah e all’Isis, il gruppo islamista tristemente noto, ed è un particolare, questo, assai preoccupante". "Solo il massiccio intervento di altri poliziotti penitenziari in servizio in carcere ma anche liberi dal servizio e presenti nella caserma del penitenziario", ha continuato Capece, "ha permesso di garantire l’ordine e la sicurezza ed ha impedito più gravi conseguenze. Era comunque qualcosa di organizzato, visto che sono stati rinvenuti bastoni e coltelli artigianali. Ai due colleghi feriti, ricorsi alle cure del Pronto soccorso, va la nostra piena solidarietà, ma il protrarsi di eventi critici nella Casa di reclusione di Padova sono un grave segnale di tensione. E le manifestazioni di solidarietà e sostegno al gruppo islamista dell’Isis da parte dei detenuti arabi sono inquietanti e preoccupanti".

L'ultimo episodio di una serie - Quello che è successo ieri è pero solo l'ultimo di una serie di episodi allarmanti. Altri agenti sono stati aggrediti nelle scorse settimane nel carcere di Padova dove sono stati ritrovati più telefoni cellulari nelle celle della Casa, ma soprattutto scattano continuamente delle risse. E' per questo che il Sappe, chiede al Ministro della Giustizia Andrea Orlando e al Capo dell’Amministrazione Penitenziaria Santi Consolo "urgenti provvedimenti a tutela dei poliziotti penitenziari che lavorano nella Casa di Reclusione di Padova e della stessa vivibilità nella struttura detentiva", puntando il dito contro la solidarietà dei detenuti arabi verso l’Isis e ricordando che "indagini condotte negli istituti penitenziari di alcuni paesi europei tra cui Italia, Francia e Regno Unito hanno rivelato l’esistenza di allarmanti fenomeni legati al radicalismo islamico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • albettone

    25 Febbraio 2015 - 18:06

    Impacchettiamoli in un aereo militare e paracadutiamoli in Iraq sulle linee di combattimento dell'ISIS.

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    25 Gennaio 2015 - 14:02

    I delinquenti che inneggiando all'Isis dovrebbero essere accusati anche di istigazione alla violenza e di terrorismo.

    Report

    Rispondi

  • gianni modena

    25 Gennaio 2015 - 09:09

    e la kienge lo sa ?? e che dice lei cosi-attiva nelvoler dare accoglienza tutti ?? questo e"" il vero problema che noi abbiamo parlamentari legati a lobbies che guadagnano con l""accoglienza vedi il caso Roma e mafia e nonaccettano di respingere questi violenti e anche qualche giudice che chiude gli occhi davanti a fenomeni di istigazione ed atti di terrorismo .

    Report

    Rispondi

  • buonavolonta

    24 Gennaio 2015 - 20:08

    queste cosucce e conseguenze ci ricorderemo quando andremo al voto???.... il popolo Bue se la fara sotto nell'urna elettorale ? un esempio per tutti matteo renzi il rottamatore che se anche simpatico va alle riforme con gentalia cotta e ricotta nellla politica e poi parliamo di ''pensionati d'oro?? come presidenti di questa Italia agonizzante?? siamo una civilta sull'orlo del baratro

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog