Cerca

La svolta

Camera, assicurazione sanitaria estendibile anche ai conviventi gay dei deputati

La proposta è stata dell'onorevole del Pd Ivan Scalfarotto: dovrà essere modificato il regolamento

Camera, assicurazione sanitaria estendibile anche ai conviventi gay dei deputati

Il deputato Pd Ivan Scalfarotto

Svolta alla Camera: l'assistenza sanitaria integrativa potrà essere estesa ai conviventi dello stesso sesso del deputato che ne fa richiesta. Lo ha deciso a maggioranza l'Ufficio di presidenza della Camera, su proposta del deputato del Pd Ivan Scalfarotto che ha ripresentato quella della collega di partito Paola Concia, risalente alla scorsa legislatura. E' la prima volta che viene presa una decisione in questa direzione. Alla luce di essa dovrà essere modificato anche il Regolamento. 

No Lega, astensione M5S - Sulla proposta si è verificata una particolare alleanza di Pd, Pdl e Sel, che hanno votato sì. All'astensione di Scelta civica e Fratelli d'Italia si è aggiunta anche quella dei rappresentanti dell'ufficio di presidenza del Movimento 5 Stelle, che secondo quanto si apprende hanno chiesto di rinviare la decisione per avere più tempo per discutere. "Lo abbiamo fatto - spiega Roberta Lombardi all'Adnkronos - perché è un privilegio della casta. Nelle assicurazioni esterne - fa notare la capogruppo stellata a Montecitorio - il convivente dello stesso sesso non gode dell'estensione delle coperture. Perché alla Camera dovrebbe? E' sempre la Casta che vuole per sé i privilegi". L'unico gruppo a votare no è stato quello della Lega Nord.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • VermeSantoro

    16 Maggio 2013 - 05:05

    Ma come qui dalla mattina alla sera predichiamo che non si devono avere privilegi e questi se ne infischiano ? Mandiamoli al rogo

    Report

    Rispondi

  • frinserra

    15 Maggio 2013 - 11:11

    Purtroppo in Italia comandano i Gay che per secoli non erano nessuno ! Certo una volta non era giusto, ma ora in un periodo di crisi profonda i ns/ amm.ri si permettono il lusso di sperperare il denaro pubblico che non c'è per la salvaguardia dei loro interessi. Bisogna insegnare Loro cosa significa rispetto altrui e sopratutto per i meno abbienti." Mandiamoli a scuola di vita."

    Report

    Rispondi

  • biemme

    15 Maggio 2013 - 09:09

    ancora privilegi per la casta. E' una cosa vergognosa. Di chi è stata l'iniziativa, di Vendola?

    Report

    Rispondi

  • pinux3

    15 Maggio 2013 - 08:08

    E lo "scoprite" adesso? Perchè, pensavate che fossero "diversi"...ahahah...patetici...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog