Cerca

Rina

Roma, nomade strappa alla madre il bimbo di otto mesi. Due 16enni la raggiungono

Una bulgara afferra un bimbo per una gamba mentre la madre lo stava cambiando

Stazione Ponte Mammolo

Stazione Ponte Mammolo

All'interno della stazione di Ponte Mammolo, quartiere periferico di Roma vicino a Tiburtina, sulla linea B della metropolitana romana, ieri, martedì 12 novembre, una nomade bulgara di 25 anni ha tentato di rapire un bambino di otto mesi mentre la madre lo stava cambiando su una panchina all'interno della stazione. A quanto scrive il Messaggero la madre era scesa dal vagone della metropolitana e si stava dirigendo verso il capolinea dei pullman per rientrare al suo paese, Vicovaro, comune in provincia di Roma. La nomade avrebbe afferrato il bambino per una gamba strappandolo alla madre. Le urla della donna hanno attirato l'attenzione di due ragazze 16enni di San Basilio, che l'hanno raggiunta e sono riuscite a riprendere il bimbo, trattenendo la 25enne bulgara, che è stata poi portata nel carcere di Rebibbia. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mauricchio

    13 Novembre 2013 - 21:09

    La Boldrini e la Kyenge hanno detto che i nomadi non fanno queste cose! Non vorrei fosse una razzista, che travestita da zingara, ha messo in scena il rapimento per gettare fango sulla popolazione nomade.

    Report

    Rispondi

  • brutus

    13 Novembre 2013 - 19:07

    Speriamo che la povera bulgara non si sia sbucciata un ginocchietto durante la collutazione. In caso contrario: le due sedicenni sarebbero accusate di violenza e razzismo, la madre di incitamento ed il bambino di adescamento, con l'aggravante razzista. Un giudice attribuirà, alla povera rifugiata politica: la tutela del bambino con un indennizzo per i danni morali. La Kyenge e Grillo applaudono. Gli italiani pagano.

    Report

    Rispondi

  • fossog

    13 Novembre 2013 - 16:04

    per quale dovere, o in nome di quale sentimento, dobbiamo sopportare simile monnezza che è anche straniera ? dobbiamo soffrire e porgere l'altra guancia per via di dogmi cattolici degni di selvaggi incivili ? ma io il cattolicesimo l'ho cancellato decenni fà, e sono rimasto comunque un cittadino con diritti e che NON vuole sottostare a bestialità religiose ed inutili. Chi mi tutela in questa mia libertà ? devo fare da solo ? basta saperlo....

    Report

    Rispondi

blog