Cerca

La precisazione

La Crusca risponde alla Boldrini: "Giusto chiamarla 'il' presidente"

In nome della parità di diritti, lady Montecitorio aveva fatto cambiare a spese nostre la carta intestata della Camera. Adesso arriva la bocciatura

Laura Boldrini

Laura Boldrini

"Chimatemi la presidente". Laura Boldrini lo ha detto, lo ha gridato ai quattro venti e ha pure speso i nostri soldi per cambiare la carta intestata della Camera dei deputati. "Il Presidente Boldrini", proprio non piaceva a lady Montecitorio, così in nome della parità dei diritti la Boldrini ha rivendicato quell'articolo al femminile dietro la sua carica. Ma a quanto pare "la presidente" aveva torto. E a sconfessarla ci pensa l'accademia della Crusca, la massima autorità in materia di ligua italiana. Giovanni Nencioni della Crusca afferma: "La proposta di mantenere il titolo al maschile anche quando la carica sia affidata a una donna continua l’uso antico di usare il genere maschile come comprensivo del femminile quando ci si riferiva a proprietà comuni a tutto il genere umano". Del resto "guardia, sentinella, guida" sono stati sempre "riferiti, finora quasi esclusivamente, a nomi propri maschili senza scandalo dei grammatici". "Da respingere con decisione", però, "è l’ircocervo “la ministro” esaltata da alcuni «come una combinazione salva tutto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercremas

    11 Marzo 2016 - 17:05

    Essere di sinistra non significa essere onnipotenti. Le regole, anche grammaticali, valgono anche per lei.

    Report

    Rispondi

  • VittoriaElettra

    04 Dicembre 2013 - 15:03

    noto, con poco stupore, che si continua a gettare fango su Laura Boldrini. L'Accademia della Crusca si è espressa chiaramente sull'argomento. Posto il link per i più scettici: http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/presidente-dellaccademia-crusca-ancora-femmi Le fonti di Libero quali sono?

    Report

    Rispondi

  • MOSTRAZZI

    04 Dicembre 2013 - 12:12

    Mi basta guardarla, impettita come una gallina padovana nel pollaio, per scoppiare a ridere a crepapelle: degna espressione di una classe politica fatta di nullità confezionate sotto vuoto spinto, bestiame vagante nell'iperspazio degli zeri perduti...

    Report

    Rispondi

  • cecco61

    04 Dicembre 2013 - 10:10

    @ Renatino1900: visto che tu non sei sfigato ci si aspetterebbe un commento un po' più sostanzioso. Ad ogni modo, dal momento che critichi chi commenta (seppur con argomentazioni totalmente fuori contesto), ma non il contenuto dell'articolo, si direbbe che a te vadano bene le modifiche apportate dalla Boldrini. Facci un favore, pagale tu le spese inutili della tua compagna di merende e, soprattutto, vai a sparar scemenza altrove.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog