Cerca

lettere al direttore

News da Radio 105

James Blunt attacca Damon Albarn

James Blunt attacca Damon Albarn

La stoccata di Blunt. Se c’è una cosa che James Blunt proprio non capisce è perché Damon Albarn nasconda le sue radici da "upper class", ovvero da ...

 

ascolta ora

Radio 105

L'oncologo

Umberto Veronesi: "I bisessuali domineranno l'umanità"

L'esperto, intervistato da Repubblica, spiega: La sessualità si evolve per aprirsi sempre più alla omosessualità e alla bisessualità

Umberto Veronesi: "I bisessuali domineranno l'umanità"

L'oncologo Umberto Veronesi

"I bisessuali domineranno l'umanità". Quella che sembra essere una battuta è, invece, la convinzione di un dei più importanti scienziati italini, Umberto Veronesi, intervistato da Repubblica. "E' inevitabile che la sessualità si evolva per aprirsi sempre più alla omosessualità e alla bisessualità, che del resto non sono fenomeni di quest'epoca; basta pensare alla civiltà greca, che non ha mai stigmatizzato omosessualità e bisessualità come deviazioni”. Il Veronesi-pensiero parte dall’analisi della società contemporanea e si intreccia con le sue conoscenze scientifiche: “La Scienza ha dimostrato che esiste un legame profondo fra stile di vita e pensiero, assetto ormonale e sessualità. Sappiamo che il cervello elabora dei bisogni per la sopravvivenza e, attraverso l'ipotalamo, all'interno del cervello, li comunica all'ipofisi, che è la regista del sistema ormonale“. 

Femminilità - Donne e uomini assumono ruoli sempre più simili nella società e ormai a portare i pantaloni non sono solo gli uomini di casa. Ed è questo, secondo Veronesi, il motivo che rende tutto più fluttuante e che porterà, a breve, proprio verso il dominio della bisessualità. Se l’uomo non caccia più, insomma, il rischio è che perda la sua forza virile. Veronesi lo spiega: "Più un uomo si avvicina a ruoli che non richiedono particolare mascolinità. meno la sua ipofisi riceverà stimoli dall'ipotalamo e, giorno dopo giorno, i testicoli rallenteranno la loro funzionionalità. Lo stesso discorso vale per la donna, costretta invece a  sviluppare aggressività per imporsi socialmente, fare carriera, comandare persone, assumersi responsabilità”. 

Oncologo convinto - Anche in passato Umberto Veronesi aveva espresso convinzioni simili, se non identiche. Nell’agosto del 2007, intervistato dal Riformista, aveva detto: “Si farà l'amore per affetto e non per riprodursi. È il prezzo positivo pagato dall'evoluzione naturale della specie”. Un chiodo fisso dello scienziato? Lui giura di no e ribadisce che le sue deduzioni nascono da studi scientifici. Lo scopriremo vivendo, intanto c’è chi ne approfitta e si goda il presente. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eureka.mi

    05 September 2013 - 19:07

    Questo vuol dire che l'umanità non è riuscita a migliorare il normale tipo di vita dell'essere umano nato per procreare per la sua continuità?

    Rispondi

  • franziscus

    05 September 2013 - 15:03

    infatti più ce ne sono e più femmine libere ci sono in giro

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    05 September 2013 - 14:02

    ha un fondamento di verità. Tutte le civiltà in decadenza, sia strutturale che spirituale, sono soggette a queste cose. Quando si è raggiunto il massimo del benessere, si fanno esperimenti strani in tutti i cami ed il primo è quello sessuale. E' l'inizio della fine! L'antica Roma è diventata quasi invincibile perchè era basata sulla famiglia. Quando ha raggiunto il suo apice ovviamente la famiglia ha cominciato a disgregarsi. Lo stesso era avvenuto per la Grecia antica e lo stesso è avvenuto per tutte le civiltà del passato. Negli Usa dell'800 le famiglie erano numerose perchè serviva gente che costruisse. Quando hanno raggiunto il benessere le famiglie sono diventate sempre meno numerose. E' la normalità.Quel che veronesi non dice è che queste sperimentazioni sessuali corrispondono appunto alle civiltà prossime a sparire come tali per lasciare il loro posto a civiltà più giovani ed in grado di subentrarne. In conclusione: non si tratta di evoluzione ma d'involuzione!!!

    Rispondi

  • aldogam

    05 September 2013 - 13:01

    Un maschietto attivo può commentare solo così: molto bene, più ricchioni = meno concorrenza.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Shopping

blog

Tommaso Labranca
Luoghi comuni per gente comune

Forza Chiara!

di Tommaso Labranca