Cerca

L'addio al Pdl

Prestigiacomo come Bocchino tradisce il Cav per Fini

L'ex ministro dell'Ambiente. "Sono disgusta non c'è più il sogno berlusconiano"

Stefania Prestigiacomo

"Disgustata", "sconcertata" perché del "sogno berlusconiano non c'è più traccia", Stefania Prestigiacomo dice addio al Pdl. L'ex ministro dell'Ambiente, da sempre molto legata a Gianfranco Fini, tradisce il Cavaliere e si fa "ospitare" da Fli.

Come riporta oggi Repubblica, la Prestigiacomo ha confidato che con "Berlusconi i rapporti sono sempre ottimi", il problema è il resto del partito. "I rapporti sono azzerati", dice, "siamo circondati da piccoli gruppi di potere che passano le giornate a litigare". Per questo lei è "disgustata": il Pdl "ormai è inesistente". Meglio quindi dirigersi verso altri lidi. Verso l'amico Fini e Casini. Magari in compagnia dell'ex collega Mara Carfagna

 

Ministro delle Pari opportunità nel Berlusconi ter e dell'Ambiente durante l'ultimo governo Berlusconi, la Prestigiacomo aveva già minacciato di lasciare il Pdl nel dicembre del 2010. Anche allora, sostenuta da Udc e Fli, votò, in disaccordo con la maggioranza a favore della proposta del Pd di rinviare l’articolo 5 della proposta di legge sull’imprenditorialità e il sostegno al reddito in Commissione Lavoro alla Camera. Grazie alla mediazione di Gianni Letta, la crisi rientrò.  Mariastella Gelmini è convinta che anche questa volta la Prestigiacomo ci ripenserà: "Sono convinta che Stefania tornerà sui suoi passi. C'è qualche problema da risolvere ma siamo tutti al lavoro e confidiamo che il Pdl possa andare avanti".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • libero42

    02 Ottobre 2012 - 19:07

    e dopo i topi la lasciano anche le tope..

    Report

    Rispondi

  • fraleo

    02 Ottobre 2012 - 15:03

    mano male che va a rincorrere quello tulliano

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    02 Ottobre 2012 - 14:02

    Rottamare anche lei.

    Report

    Rispondi

  • jimmygreselin

    02 Ottobre 2012 - 11:11

    Se il partito nella quale è stata eletta si è trasformato in una specie di discarica (e non lo metto in dubbio) perchè non dimettersi? Lei e tutti gli altri parlamentari di destra e sinistra, per dimostrare di essere persone serie e pulite, dovrebbero denunciare i vizi e i mali di un parlamento corrotto e/o incapace e/o disonesto e/o brutto cattivo e puzzone e con la dignità che contraddistingue i giusti, dimettersi e da persone libere da coinvolgimenti tornare a casa per poter dire, io con questa politica non c'entro nulla. Certo 10/20 mila euro al mese riescono a turare il naso e a volte anche il culo....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog