Cerca

Dopo l'offensiva del Cav

Tentazione Napolitano: sciogliere le Camere
e andare al voto a febbraio

A frenare il Colle la volontà di andare ad elezioni con una nuova legge elettorale

Tentazione Napolitano: sciogliere le Camere
e andare al voto a febbraio

La conferenza stampa di Silvio Berlusconi a villa Gernetto è deflagrata come una bomba sul governo. La rezione di Mario Monti è stata solo in apparenza compassata, in realtà non è tranquillo. Gli attacchi del Cavaliere sulla sua politica del rigore, contro il suo governo, contro la Merkel e contro la Germania lo hanno spinto a convocare un vertice d'emergenza con il ministro dell'Economia Vittorio Grilli, il sottosegretario Antonio Catricalà e il ministro Enzo Moavero. Un vertice in cui si è parlato dell'incontro con il premier spagnolo Rajoy, in realtà si è parlato anche della controffensiva di Berlusconi. Attacchi che hanno fatto salire anche il livello di allarme di Giorgio Napolitano. Domenica 20 ottobre il presidente della Repubblica e Mario Monti hanno avuto uno scambio di opinioone su quest'argomento dopo il funerale di Stato dell'alpino ucciso in Afghanistan. Il Colle segue con grande attenzione tutto quello che accade nel Pdl, la tentazione potrebbe essere quella di uno scioglimento anticipato delle Camere ma in questo caso Napolitano dovrebbe rinunciare al cambiamento della egge elettorale. Il Parlamento ha oltre tre mesi di attività davanti e i tempi per cambiare il Porcellum ci sarebbero. A  far desistere il Presidente dalla tentazione di uno scioglimento anticipato della Camere è proprio la sua ferma volontà di andare a elezioni con nuove regole. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • moranma

    30 Ottobre 2012 - 13:01

    il terrore del professore!!!! Ma davvero credete che tutti siano come il vostro mentore che ha si il terrore di perdere l'immunità parlamentare ed andare quindi in galera come tuti i cittadini normali!! Per Monti non credo proprio che la prospettiva di una caduta del suo governo, da parte poi del PDL, crei terrore!! Una settimana dopo , con lo spread a 500 e la borsa a meno 10%, il terrore ce lo avrebbe Berlusconi , naturalmente per le sue aziende!!

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    30 Ottobre 2012 - 10:10

    sarebbe la prima cosa giusta che fa: qui si muore di tasse, ma gli sprechi continuano!

    Report

    Rispondi

  • sarame

    30 Ottobre 2012 - 10:10

    magari lo facesse sarebbe l'unica buona che ha fatto da capo di stato e ...se facesse sentire le telefonate che riguardano LO STATO CON LA MAFIA.sarebbe ricordato con un pò di dignità .

    Report

    Rispondi

  • aldo delli carri

    30 Ottobre 2012 - 07:07

    lo doveva fare nel 2010, invece ha sospeso la democrazia, ha pagato la tangente con la nomina di senatore a vita e lo ha nominato presidente del consiglio...ha fatto tutto lui, ha nominato il capo dei GESUITI, USURAI E AFFAMATORI DI POPOLO...ora il mandato è scadutoe vuole continuare a romperci le ....pile dl cervello. HAI CHIUSO, PER SEMPRE, STAI PER ATTRAVERSARE LA PORTA DELLO SPAVENTO SUPREMO...ti accogliranno dieci vergini bellissime, in sete, altere....e finalmente vivrai felice...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog