Cerca

Movimenti a destra

Lombardia, Alba Dorata candidata alle Regionali del 10 marzo

Prendono il simbolo, ma non sono imparentati con il partito greco. Il fondatore, ex Lega e Forza Nuova, un triestino di 44 anni

Il programma? Trasformare la Lombardia in un Cantone e ritirarla dalla zona euro
Lombardia, Alba Dorata candidata alle Regionali del 10 marzo

 

La versione italiana di Alba Dorata, il partito greco di estrema destra che ha eletto un drappello di parlamentari alle ultime elezioni politiche elleniche, farà il suo esordio in Lombardia. In occasione del regionali del prossimo 10 marzo, la nuova sigla (depositata a Trieste il 14 novembre) si presenterà con un programma preciso: trasformazione della Lombardia in un cantone (in attesa del referendum per riforma dell'assetto istituzionale del Paese), ritiro dall'euro e conio di una nuova moneta propria (in attesa, questa volta, del ritorno della Nuova Lira per l'intera Italia).

Il nuovo a destra - In tempi di ricomposizione della destra italiana, Alessandro Gradossi, triestino di 44 anni, ex insegnante e sindacalista, ex leghista e militante di Forza Nuova, ha deciso di portare in Italia il simbolo del partito più discusso del panorama politico greco. "Ma non siamo collegati - ha riconsociuto lo stesso fondatore alla Stampa - prendere il loro nome è un'operazione di marketing". Il programma per la Lombardia è in ottavi l'anticipazione di quello che Alba Dorata ha in mente per l'Italia: ritorno alla moneta propria, riconoscimentoe della casa europea, ma negazione delle imposizione della Banca Centrale e, ovviamente, nuove forme di controllo dei flussi immigratori. Ma il segretario Gradossi non ci tiene a essere etichettato come di estrema destra: "Alba Dorata - dice - collaborerà con tutti coloro che vorranno partecipare alla realizzazione di tale programma, siano essi di destra di centro o di sinistra". Alba dorata cercherà i propri alleati tra quanti sono "mossi dalla volontà si salvare la nazione dalla speculazione finanziaria nazionale ed internazionale". A proposito del tema del "meandro", scelto dai cugini greci come simbolo del partito e contestato per la somiglianza alla svastica, Gradassi ci vede solo "uno dei motivi decorativi tradizionali della culla della civiltà". Il progetto degli albadorani italiani è ambizioso: aperte 5 sedi in Lombardia, si punta a metter radici in Piemonte, Liguria, Sardegna, Sicilia, Lazio, Calabria, Emilia Romagna e Toscana.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • asgard

    20 Dicembre 2012 - 08:08

    Di che cosa ci stupiamo? In un paese che ormai vive in un regime fiscale, dove tutti sono evasori con unica esclusione di coloro che i soldi di tasse pagati da onesti cittadini se li rubano per farci di tutto che nasca alba dorata è il minimo che può accadere e finchè parlano di rivoluzione pacifica ci va di lusso. Meditate gente.

    Report

    Rispondi

  • Caninforato

    29 Novembre 2012 - 15:03

    A tutti i sempliciotti attratti dalle sirene della secessione, dell'autarchia, del ritorno alla lira ecc. ricordo solo una cosa: uscire dall'Euro sarebbe un affare per coloro che hanno capitali nei Paradisi Fiscali, un temporaneo vantaggio per qualche migliaia di piccoli/medi imprenditori che esportano i loro prodotti, un impoverimento devastante per 50-55 milioni di persone su 60! Per un Paese che importa (pagando in dollari o euro) tutte le materie prime, pensate solo cosa verrebbe a costare importare il petrolio, il gas, ma quanto costerebbe alle famiglie anche solo la farina o il latte o la carne!!!

    Report

    Rispondi

  • Liberopensatore1950

    29 Novembre 2012 - 08:08

    Siamo in piena dittatura plutocratica e, per questo non 'sè resa manifesta come potrebbe esserlo una vera dittatura, in quanto è il tipico animale viscido e strisciante che si attacca e succhia come una sanguisuga e, se per caso, qualcuno decide di raccogliere persone che non intendono pagare il pizzo di Stato, voluto dagli Usurai Europei (UE), che, sicuramente, saranno utti preoccupatissimi e chiuderanno porte e finesatre. Poi dicono che questo governo ci ha salvati dal barattro mentre ci affonda ogni secondo. Ieri il Bersa diceva che senza europa siamo rovinati e dobbiamo fare gli stati uniti d'europa; e fare prima l'Italia Unita?! E fare un poco di pulizia di tutto il marciume che succhia le forza sane ma si definiscono uomini d'onore?!

    Report

    Rispondi

  • Liberopensatore1950

    29 Novembre 2012 - 08:08

    Il mio primo commento su questa iniziativa, non poteva che essere nei termini che ho inteso utilizzare; il mio: "non è somigliante", ha voluto anticipare i milleduecento commenti che arriveranno come quelli che si ascoltarono nel momento in cui si levò l'attenzione su: "Alba Dorata" Greca. Infatti, il solo vedere quel simbolo, scatenò molti: "oddio, arrivano i nazisti, ci saranno le torture!!!". L'ho buttata sul soft per non offrire spazio o ridurlo a commenti che nulla possono avere a che fare con le idee che stano dietro al neonato, Italico, simbolo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog