Cerca

"Stampa inginocchiata dai tecnici"

Berlusconi: Monti, nessuna riforma e solo disastri

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

 

Le Camere sono state sciolte da Giorgio Napolitano al termine di un rapido giro di consultazioni. Le elezioni sono state fissate per il 24 e 25 febbraio. E Silvio Berlusconi continua la sua cavalcata elettorale. Nel mirino c'è ancora il governo tecnico: "Non c'è nulla da salvare di quello che è stato glorificato dalla grande stampa italiana ed europea, inginocchiata davanti a questi tecnici", ha commentato ai microfoni di Studio Aperto

"Solo disastri" - Il governo, ha aggiunto il leader del Pdl, "ha avuto risultati soltanto negativi, non ha fatto nessuna delle riforme importanti e indispensabili per il Paese, potendo usare a man bassa i decreti e avendo 50 fiducie dal Parlamento, che abbiamo votato anche se eravamo quasi sempre in disaccordo". Poi l'affondo, durissimo: "Monti non ha fatto la riforma dell'architettura istituzionale e dello Stato, non ha ridotto il numero dei parlamentari, non ha fatto la riforma della giustizia". Quanto alle tasse, ha aggiunto il Cavaliere, "ha portato disastri non da poco. L'Italia è il secondo Paese dopo la Francia per imposte sulla casa e c'è stato un abbattimento del valore degli immobili".

"Casini e Fini? Nullità" - Berlusconi esprime il suo sollievo "perché finisce un periodo di sospensione della democrazia, con questo governo tecnico che è certamente un'anomalia non prevista dai regimi democratici. Non credo - ha rimarcato - che Monti abbia interesse a mettersi in campo e, da deus ex machina, diventare uno dei tanti piccoli leader o leaderini di questa politica". Ai microfoni di Studio Aperto, il nuovo attacco ai "partitini" e ai "piccoli leader come Fini e Casini", che "adesso si propongono per salire sul carro di Bersani e Vendola, se questo carro dovesse vincere. Credo che gli italiani abbiano capito, anche quelli a cui Fini e Casini stanno simpatici, che se si vuole favorire la sinistra è meglio dare il voto alla sinistra direttamente, piuttosto che disperderlo su queste due entità praticamente nulle".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • miracom

    miracom

    25 Dicembre 2012 - 18:06

    Ai centristi consiglio di vedere il film "Too Big to Fail" di Curtis Hanson per capire chi è Monti, pupillo della Goldman Sax e dove finiremo proseguendo sulla strada della cosiddetta "agenda monti"

    Report

    Rispondi

  • eziogius

    23 Dicembre 2012 - 20:08

    Peccato che tutte le schifezze del governo Monti siano state votate da tutto il PDL (il Dio di Arcore dov'era?) Le vere riforme sono state affossate da chi in Parlamento aveva la maggioranza per farle (PDL e lega) vedremo dopo le elezioni chi saranno le nullità

    Report

    Rispondi

  • ryckard56

    23 Dicembre 2012 - 19:07

    fini insieme a casini sono quegli uomini politici per tutte le stagioni,fini è da trent'anni in parlamento e non ha mai tirato fuori un'idea,casini l'unica idea che ha è quella di rifare la dc,eterno giovane un po' invecchiato.gli auguro sinceramente di sparire essendo l'incarnazione del peggio della prima repubblica trasportato in questa prima repubblica e mezzo,non lascerebbero davvero un vuoto.

    Report

    Rispondi

  • lobadini

    23 Dicembre 2012 - 12:12

    Le nullita' sono tante ma Per Fini e' un aggettivo troppo generoso. Lui e' e restera' sempre e solo un TRADITORE

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog