Cerca

Dopo la lettera di critiche

Forza Italia, la rivolta contro Bondi

Forza Italia, la rivolta contro Bondi

Silvio Berlusconi è amareggiato per la pugnalata di Sandro Bondi. Non se l’aspettava, non se l’aspettava nel giorno della firma dei servizi sociali, a un mese dalle elezioni Europee, nel momento più drammatico della sua vicenda giudiziaria e anche politica con i sondaggi che lo danno al venti per cento. E anche il partito ha reagito malissimo all’uscita dell’ex ministro della Cultura che, sulle pagine della Stampa, aveva sostanzialmente detto che Forza Italia ha fallito e che va sostenuto Renzi (salvo poi rettificare in serata precisando “la mia presenza in Forza Italia e la mia lealtà nei confronti del presidente Berlusconi non sono e non saranno mai messi in discussione”). Dentro Forza Italia, gli azzurri hanno reagito malissimo alla reazione di Bondi. Da Daniela Santanché che, intervistata da La Stampa, dice: “Bondi è un nulla, è solo inopportuno. Antonio Martino è il più infuriato di tutti: “Bondi è un maramaldo, infierisce su un uomo che è alla fine del suo ciclo politico sempre che alla fine poi ci sia davvero. Adsso che lo vede in difficoltà si permette anche le critiche. Io sono amico di Belrusconi. Lui non mi parla nemmeno più, non mi risponde al telefono, credo che non abbia voglia nemmeno di sentirmi. Ma a Berlusconi ho sempre detto tutto in faccia. E quando ho contestato parlando di Foirza Italia come di un partito con atteggiamenti antiliberali e antidemocratici non c’era nessun Bondi a darmi ragione”. Stefania Prestigiacomo è altrettanto amareggiata: “Diciamo che non ha scelto il momento migliore”, le fa eco Alessandra Mussolini: “Noi qui di pugnalate ne abbiamo ricevute già abbastanza da chi se n’è andato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • the fox

    24 Aprile 2014 - 19:07

    mio nonno diceva di non fidarsi mai in politica di un uomo con la bocca da donna!.-.-. tradisce per soldi!

    Report

    Rispondi

  • gio52

    24 Aprile 2014 - 12:12

    Perche' nessuno esce dal pd ?

    Report

    Rispondi

  • guidigio

    24 Aprile 2014 - 11:11

    Da elettore dell'ex PDL sono totalmente d'accordo con quello che dice Bondi, chissà quanti altri lo dicono sottovoce. Ammettere gli errori è segno di saggezza e nello stesso tempo far si che si cambi al più presto. P.S.) chi ha scritto l'articolo non ha controllato che vi sono errori di scrittura?

    Report

    Rispondi

  • carlozani

    24 Aprile 2014 - 10:10

    Bondi è un personaggio 'viscido' , di quelle persone pronte a salire sul carro del vincitore. Si era ,forse candidato nel PD? I voti ricevuti sono degli elettori di Forza Italia. Chi Esce da un partito deve andarsene a casa e ricandidarsi alle prossime elezioni.Tanto casino per i voti di scambio quando cambiare casacca per avere più potere alla fine è la stessa cosa, ma nessuno dice niente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog