Cerca

Prudente

Marina, Berlusconi: "Meglio non dividere il partito sui gay"

Marina, Berlusconi: "Meglio non dividere il partito sui gay"

E' un momento di grandi discussioni all'interno di  Forza Italia. Un momento in cui ci si confronta e talvolta ci si scontra su diversi temi. La riforma del Senato e la legge elettorale ma anche il tema dei diritti civili tiene banco negli ultimi giorni. Marina Berlusconi, come nel suo stile, sta "a margine" ma certo guarda con attenzione cosa accade. La primogenita del Cav non è intervenuta in alcuno modo, dopo tutto la riservatezza è a sua cifra e lo è diventata ancora di più da quando il suo nome è cominciato a circolare come quello di candidata premier per gli azzurri. E quindi come vero erede del padre. Non ha parlato, ma dai retroscenisti politici si apprende che Marina vorrebbe in questo momento mettere tra parentesi la questione, al di là delle opiniooni personali per evitare spaccatura all'interno del partito. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • iltrota

    11 Luglio 2014 - 12:12

    Minkiate berlusconiane !!!

    Report

    Rispondi

  • kobra12

    10 Luglio 2014 - 18:06

    Ha ragione Marina. Gli omosessuali devono fare o gli scrittori per la Mondadori, oppure la servitù dei benestanti. Comunque sempre alle sue dipendenze.

    Report

    Rispondi

  • kobra12

    10 Luglio 2014 - 18:06

    Ha ragione Marina. Gli omosessuali devono fare o gli scrittori per la Mondadori, oppure la servitù dei benestanti. Comunque sempre alle sue dipendenze.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    10 Luglio 2014 - 18:06

    Diritti di COPIA li hanno tutti. Occorre una copiatrice. Vero, frabelli ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog