Cerca

Tutti sul carro

Renzi conclude le nomine per Palazzo Chigi, ma sono tutti fiorentini

Renzi conclude le nomine per Palazzo Chigi, ma sono tutti fiorentini

Tutti a palazzo Chigi. Matteo Renzi completa la sua squadra e apre le porte dei posti chiave del governo ai suoi fedelissimi. Dopo aver nominato i ministri a febbraio, scelto i sottosegretari a marzo, in questi giorni Matteo Renzi sta per chiudere la sua squadra di Palazzo Chigi con la nomina dei componenti del suo staff della capitale. Anche se di romani questi hanno poco. Infatti, come riporta La Repubblica, la squadra del premier sarà composta in gran parte dal suo giro fiorentino. Chiamato anche il "giglio magico". 

La lista dei vertici - Le posizioni sono tutte di vertice, come quella del capo della Segreteria, quella di capo dell'ufficio legislativo del governo, responsabile del cerimoniale e tante altre, anche a livello europeo. A Giovanni Palumbo, già capo di gabinetto con Renzi alla guida della Provincia di Firenze, spetterà quella di capo segreteria. Anche per Erasmo de Angelis, ex sottosegretario del governo Letta e vicino al premier, si prospetta un'altra poltrona lussuosa a Roma. Altro probabile, in arrivo da Firenze, è Franco Bellacci, autentico factotum del Renzi sindaco di Firenze. Invece, l'ex capo dei vigili urbani di Firenze, Antonella Manzione, è già operativa a capo dell'ufficio legislativo del governo e la sua nomina fortemente voluta dal premier ha creato diversi scontri nella maggioranza e col Colle. 

Le altre posizioni - Ma la lista dei prescelti non finisce qua. Come riporta oltre al consigliere diplomatico Armando Varricchio, il premier si affida al responsabile del cerimonale Ilva Saponara. Colei che stabilisce la tabella di marcia del premier per gli incontri istituzionali. Accanto al "segretario generale Mauro Bonaretti cresce l'influenza del suo vice, Raffaele Tiscar". Poi c'è spazio anche per alcune nomine per curare la comunicazione. Un settore a cui Renzi 2.0 ci tiene molto. In questo campo domina Sensi, uomo ombra del Presidente. Collabora con lui Luca Di Bonaventura, che gestisce il rapporto con i media per Luca Lotti". Ma un'ulteriore nomina è in arrivo con l'ingresso di un giornalista pescato dall'ufficio stampa del Pd. Poi c'è spazio anche per una nomina per Strasburgo, di cui l'Italia, dal 1 luglio, ha la Presidenza semestrale. Ecco, quindi, che affianco al sottosegretario Sandro Gozi c'è il portavoce del semestre Federico Garimberti. Infine, pronto a immortalare il premier in ogni momento, ci pensa il suo fotografo personale, Tiberio Barchielli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • geisser

    13 Luglio 2014 - 10:10

    Il brutto è che questi non te li schiodi più . Comunque è tipico del familismo del vecchio PCi ora Pd . O sei dei loro , gli amici degli amici , o non ti considerano neanche cittadino italiano . Non che gli altri partiti non abbiano un pò di questo ma non come loro . Loro sono una vera massoneria .Comunque non c'entr assolutamente niente che tu sia capace o no . Vedi i ministri di Renzi .

    Report

    Rispondi

  • arwen

    12 Luglio 2014 - 17:05

    Questo governo non cadrà mai. Il PD ha paura di perdere il potere. I Renziani, puri o dell'ultim'ora non fa differenza, hanno terrore di perdere la poltrona. B. è al guinzaglio e ha i sondaggi a sconsigliarlo da qualsiai mossa elettorale. NCD esiste solo perchè esistono delle poltrone da dividersi. Un governo senza opposizioe, se is fa eccezione per i poveri e inadeguati M5S. L'orgia della CASTA!

    Report

    Rispondi

blog