Cerca

Siamo alla frutta

Beppe Grillo chiama Pier Luigi Bersani: "Insieme per sbarazzarci di Matteo Renzi"

Beppe Grillo

Torna a farsi sentire Beppe Grillo. E torna a farsi sentire con la più improbabile delle piroette: chiama per un'alleanza Pier Luigi Bersani, lo stesso Bersani che sbertucciò rifiutando ogni alleanza dopo le elezioni politiche della non-vittoria dell'uomo da Bettola. Nel mirino del grande capo Beppe c'è la riforma del lavoro e, fa sapere, i Cinque Stelle sono disposti a un'intesa con la minoranza del Pd pur di mandare a casa Matteo Renzi e il suo governo.

Gli obiettivi - Al solito, l'appello viaggia sul blog, dove su un post firmato da Aldo Giannulli si legge: "Lo scontro che si sta profilando impone che abbiamo tutti molta generosità, mettendo da parte recriminazioni pur giuste per realizzare la massima efficacia dell'azione da cui non ci attendiamo solo il ritiro di questa infame 'riforma', quanto l'occasione per mandare definitivamente a casa Renzi: con l'azione parlamentare e con l'azione di piazza, con gli scioperi, spingendo la minoranza Pd a trarre le dovute conseguenze di quanto accade".

"Compagni" - Un appello davvero esplicito, dunque. E ancora: "Renzi sta riuscendo dove non sono riusciti Monti e Berlusconi, lui, segretario del Pd, sta trattando la Cgil come uno straccio per la polvere: compagni del Pd cosa aspettate ad occupare le sedi e far sentire la vostra voce? O siete diventati tutti democristiani?". Beppe Grillo, stella (già) cadente dell'antipolitica, dunque, pur di restare a galla tende la mano allo "zombie" Bersani, all'ex leader di quel partito ("il Pd-L"), che al pari di tutti gli altri partiti, ha sempre disprezzato. Fino ad oggi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tanyaes

    25 Settembre 2014 - 13:01

    se la notizia è vera, fa bene Grillo a proporre un'alleanza a Bersani finalizzata alla cacciata di Renzi. se si realizza una unione di scopo è un bene e ciò non toglie che alla fine ognuno potrà ritornare alla propria attività. Ma avete idea di quello che sta succedendo sopra le nostre teste? O praticate lo sport di rigettare sempre e comunque la realtà?

    Report

    Rispondi

  • ilsognodiunavit

    25 Settembre 2014 - 10:10

    UN GIORNO DA RE! è un detto popolare riferito a chi parla a vanvera per essere primo per un giorno, tante belle parole, promesse di fare e poi la realtà sbugiarda il Re che torna stalliere. Bravo è chi agisce facendo, non chi parla promettendo.

    Report

    Rispondi

  • gabrisan

    gabrisan

    25 Settembre 2014 - 09:09

    Non è che Grillo propone alleanze a Bersani perché vede spazi di rottura sfruttabili? Ogni volta che ci sono divisioni ideologiche salta fuori qualche grillino saltante ad offrire sponda alla parte non governativa. Chissà perché? Quanto sono furbi questi grillini. Adottano strategie politiche segrete che nessuno riesce a vedere.

    Report

    Rispondi

  • marcolipp

    25 Settembre 2014 - 07:07

    Ma come dite bene le cazzate voi dei giornali...........

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog