Cerca

Ennesima beffa

Auto blu, bufala sui tagli: dovevano restarne 93, ce ne sono ancora mille. Marianna Madia: "Colpa dei rinvii"

Auto blu, bufala sui tagli: dovevano restarne 93, ce ne sono ancora mille. Marianna Madia: "Colpa dei rinvii"

Non avranno dimezzato il numero dei parlamentari o i loro stipendi ma almeno hanno iniziato a tagliare le auto blu che secondo il Codacons ci costano un miliardo di euro l'anno. Questa era la speranza della scorsa primavera quando il governo Renzi aveva annunciato che le auto dovevano essere massimo 5 per ogni ministero, per un totale di 93, compresa quella del premier. Speranza che si è tramutata nell'ennesima beffa, dato che a fine 2014 ad oltre sei mesi dal decreto, come segnala Il Messaggero sono ancora più di mille: ben 1.163. Ma il ministro della pubblica amministrazione Marianna Madia, annuncia un'accelerazione, affermando che finalmente è arrivato il decreto attuativo e quindi dovranno mettersi in regola entro i prossimi due mesi, gli enti che attualmente hanno a disposizione fino a cinquanta auto, entro giugno quelli fino a cento macchine ed entro fine 2015 quelli con oltre un centinaio di vetture. I risparmi 2015 ammonteranno così a 43 milioni. Conferma inoltre la distribuzione delle auto in questione: le amministrazioni con meno di cinquanta dipendenti potranno avere a disposizione solo un'auto, quelle con un numero di addetti tra i cinquantuno e i duecento potranno contare su una coppia, quelle con più di duecento ma sotto i quattrocento tre auto fino a un massimo di cinque veicoli per quelle con oltre seicento lavoratori. Le cause della "solita" lentezza burocratica vengono additate al fatto che gran parte delle auto blu ministeriali non possono essere vendute, così come proposto da Matteo Renzi, perché sono affittate con contratti in leasing che se dovessero essere interrotti prima della scadenza porterebbero al pagamento di grosse penali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sgnacalapata

    20 Dicembre 2014 - 10:10

    E' evidente che l'uomo solo al comando inadeguato ed inesperto, non ha una squadra che potesse correggergli gli errori grossolani che quotidianamente compie, salvo poi vantarsi pro domo sua su twitter di aver "risolto".

    Report

    Rispondi

  • alvit

    20 Dicembre 2014 - 09:09

    Purtroppo è tutto così, il povero allocco non sa quello che dice, ma il grave è che neppure chi gli sta attorno conosce le leggi, le regole e i movimenti dello stato. capisco che sono tutti di primo pelo, ma non venite a dirmi che sono dei verginelli. Mi sembrano molto navigati dove vogliono. Come mai la k@@@na della boschi, ha un'auto nuova, schermata,gommata x l'inverno e di cilindrata super?

    Report

    Rispondi

  • smetre

    20 Dicembre 2014 - 08:08

    Il problema è che non sono riusciti a contarle tutte

    Report

    Rispondi

  • gianni modena

    20 Dicembre 2014 - 08:08

    ma renzi no n e"" riuscito a sapere prima di fare il decreto che non si potevano tagliare quelle auto ?? che cosa ce ne facciamo di un premier del genere che non sa mai niente di quello che dovrebbe sapere e di ministri che non informano o addirittura no conoscono le situazioni ?? a voi la risposta

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog