Cerca

La campagna del Cav

Silvio "Ribalteremo Equitalia"
E su Mps: "se fosse roba nostra
saremmo già tutti in carcere"

Berlusconi a ruota libera su Radio Montecarlo: "Metteremo mano al caso esodati nei primi Consigli dei ministri". E sul commercio: "Aboliremo limite 1000 euro per acquisti in contanti"
Silvio "Ribalteremo Equitalia"
E su Mps: "se fosse roba nostra
saremmo già tutti in carcere"

 

L'appuntamento è per domenica a Milano. Per quel giorno, Silvio Berlusconi promette novità di campagna elettorale. Parlando in diretta oggi pomeriggio a Radio Montecarlo, il Cavaliere ha parlato di tutto e di tutti, annunciando per settimana prossima l'inizio della sua campagna elettorale itinerante, in giro per l'Italia. Il fondatore del Pdl ha attaccato col tema "caldo" di questi giorni, Monte dei Paschi, al quale ha legato il tema della magistratura: "Mi domando cosa sarebbe successo se, di fronte a cose così importanti come l’acquisto di Antoveneta, fossero state coinvolte persone della nostra parte. Mi chiedo quanti sarebbero già in carcere”. Nei primi consigli dei ministri, promette, "interverremo sul tema degli esodati e sopratutto su Equitalia, per la quale è necessaria modifica radicale del suo modo di agire e dei rapporti tra Stato e contribuente che ora non sono tra uno Stato amico e il cittadino, ma sono rapporti tra uno Stato ostile e il cittadino anche onesto".

Parlando di campagna elettorale, il Cavaliere ha definito "teatrino" l'eventuale meeting televisivo a sei che era previsto in Rai, ma ribadisce l'intenzione di partecipare a un faccia a faccia con Pier Luigi Bersani, "perchè la sfida è tra me e lui, solo io o lui possiamo vincere". Su Monti dice che "è andato in Europa a titolo di premier e per fare un pò di teatro come candidato. So che Tremonti lo ha chiamato 'cameriere della Merkel', e quel che è certo è che lui ha rispettato tutte le imposizioni della Cancelliera". E con Bersani "mi sembra che tutto vada nella direzione di una possibile collaborazione. Monti toglie elettori alla coalizione dei moderati e li mette a dispozione della sinistra. E’ trasparente che ci sia già un accordo tra Monti e Bersani”.

Poi , sulla crisi, Berlusconi non si rimangia quanto detto poco più di un anno fa sui 'ristoranti pieni': "Io, quando l’ho detto, ero convinto perchè c'ero stato e avevo trovato fatica a trovare un posto. La stessa cosa per gli aerei. Fino a quando nel 2011 eravamo al governo - sottolinea il Cavaliere - le cose erano diverse da oggi, dopo la cura del rigore data da questi tecnici. Oggi le famiglie sono in difficoltà. Io ho due supermercati vicino ad Arcore e ogni tanto ci faccio una capatina e mi tengo informato sui prezzi" ha confessato. E restando all'operato del governo Monti, promette un altro intervento: "Elimineremo il limite dei mille euro per i pagamenti in contanti". 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianko

    01 Febbraio 2013 - 14:02

    "Negli ultimi venti anni la sinistra ha governato 10 anni e un mese e la destra 10 anni esatti. Berlusconi è il politico peggiore che ci sia, eccetto tutti gli altri..." APPUNTO! cosa rompono 'sti coglioni, minus habentes, sinistrati cerebrali?.. che modelli hanno da esibire? le coop rosse dell'Emilia e della Toscana? a nord del Po ci sono Piemonte Lombardia e Veneto, e allora? il sud? e chi lo risolve il problema? i sinistri? berlusca? ci dicano loro i sinistrati (che si credono 'antropologicamente superiori') cosa si deve fare per i terry e per la terryland (io l'avrei la soluzione, ma non è 'politicamente corretta'.. se interessa conosco molti meridionali, ormai pienamente integrati a Milano, che quando vedono e sentono certe sconcezze mediterronee in tv o sui media, dicono 'STI TERUNI DE MERDA!'

    Report

    Rispondi

  • boris49

    01 Febbraio 2013 - 14:02

    Questo è da ricovero!!.

    Report

    Rispondi

  • sommesso49

    01 Febbraio 2013 - 12:12

    ..e lo farò se inserirà nel programma elettorale, anche all'ultimo momento, la legalizzazione della prostituzione anche di medio e basso bordo.

    Report

    Rispondi

  • maledizione

    01 Febbraio 2013 - 11:11

    Purtroppo i fatti dimostrano che questo non è un paese serio, certo Berlusconi è un gran piazzista con la faccia tosta e con qualche vizietto..., ma in una realtà che deve fare i conti con il problema meridionale, con il Vaticano, con il nepotismo endemico e la mentalità provinciale meglio un populista liberale che i rappresentanti del peggio delle ideologie cattocomuniste ipocrite,moraliste e voraci,gente che non sa cosa vuol dire rimboccarsi le maniche tutti i giorni e andare nel mondo a guadagnarsi la pagnotta. Basta guardarsi alle spalle per vedere che cosa hanno combinato dove avevano il potere assoluto, hanno lasciato prostituzione, delinquenza, povertà e solo i paesi con antiche tradzioni culturali sono riusciti a riscattarsi a prezzo di grandi sofferenze. La feccia rossa vada nel nuovo paradiso socialista della Cina, lavoratori con tutti i diritti sociali, rispetto dell'ambiente, assenza di corruzione, rispetto dei diritti umani e lotta all'imperialismo Tibetano li attendono

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog