Cerca

La grande sfida

Il Conclave della politica:
che Cardinale sarà premier?
Ecco gli ultimi numeri...

"Il porporato di Piacenza è davanti di poco a quello di Monza. Il Camerlengo di Genova ha superato il grigio e austero Cardinale di Milano. Ma occhio ai cavalli..."

Il Conclave della politica:
che Cardinale sarà premier?
Ecco gli ultimi numeri...
Cosa hanno in comune l'ippodromo di San Siro e il Conclave che sta per aprisi? Apparentemente nulla. Ma tra corse e fumate bianche si possono leggere gli indizi per il prossimo parlamento. Non è uno scherzo. La fantasia dei sondaggisti di Youtrend.it e di Notapolitica ci consegna un quadro importante. Senza citare nomi di esponenti politici, possiamo capire che aria tira. 

Testa a testa tra i Cardinali - Dal Vaticano arrivano notizie fresche di giornata.  A fornire i numeri – avverte il sito Youtrend.it – è “il vaticanista spesso ospite in tv, il napoletano Tonio Arcinoto”. "Il gioviale cardinale di Piacenza non riesce ad andare oltre i 33,5 cardinali (i porporati, come è noto, non sono immuni ai decimali) ed è tallonato dal suo più temibile avversario, il prelato pelato di Monza e Brianza, che sarebbe arrivato a raggranellare, secondo le ultime misurazioni, ben 32 voti nel segreto della Cappella Sistina. Un distacco di appena un cardinale abbondante, all’interno del margine d’errore", riporta il sito Youtrend.it. 

Fumata nera - E sulla terza piazza del podio in Conclave chi sale? Ovviamente "il simpatico camerlengo di Genova, in grado di riempire i sagrati di alcune delle principali cattedrali della Penisola. E' in forte ascesa e sarebbe giunto addirittura a 19 voti, staccando – e quasi doppiando! – un contendente che giorno dopo giorno appare sempre più appannato". Chi sarebbe l'appannato? "E' il serio e rigoroso cardinale di Milano. Lui è forse apprezzato più nelle assemblee liturgiche internazionali (del resto è stato a lungo nunzio apostolico a Bruxelles) che non nell’italianissima Cappella sistina, è infatti ad appena 10,6 porporati, e rischia seriamente di scendere sotto la soglia che implicherebbe il definitivo extra omnes dalla Camera papale per i suoi maggiori alleati (tanto il devotissimo vescovo di Bologna quanto l’asciutto omologo di Montecarlo)". Insomma se a Genova si ride a Milano si piange. 

L'inquisitore siciliano - Ma Youtrend ha anche notizie dal sud. Dal profondo sud. Anche lì un cardinale si appresta a giocarsi le sue carte per il soglio di Roma. "Il temuto grand’inquisitore del Sant’Uffizio di Palermo – già fulmineo delegato pontificio in Centro America –, che balla proprio sul crinale dei 4 voti (indispensabili per non essere esclusi dal prossimo Concistoro)? Secondo questa rilevazione, le prospettive sono tutt’altro che rosee: i cardinali di cui è accreditato sono infatti appena 3,2". Insomma per l'Inquisitore c'è il richio di restare fuori da tutto...

Al galoppo verso le urne - Non vi piacciono i prelati e amate il sudore e l'affanno dei cavalli da corsa? Allora attenti perché potete scommettere sul cavallo vincente a poche ore dal Grand Prix. Ecco le quotazioni dei cavalli che ci offre Notapolitica.it. "Bien Comun è ancora la prima scuderia del lotto ma supera una sorprendente Maison Liberté solo sul rettilineo finale e con un margine risicatissimo: 1,5 secondi. I cavalli guidati da Fan Idole chiudono il miglio in 33,5 secondi mentre gli azzurri di Varenne mancano di pochissimo il sorpasso a 32 secondi netti. Terzo posto per il sorprendente Igor Brick con 19 secondi, vero beneficiario del caos di questi giorni e delle accuse di doping rivolte a Petit Jean e al suo Non Aux Declin. I cavalli centrali della scuderia Ipson corrono in 11 secondi e rimangono lontanissimi dal podio, mentre non ottiene un tempo buono per la qualificazione il guatemalteco Galopin du Zacapa che con 3,2 secondi chiude il gruppo dei cavalli per cui è possibile fare un pronostico. Addirittura sotto il secondo tutti gli altri", fanno sapere gli esperti delle corse. Ora scegliete pure il vostro Papa e il vostro fantino. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • robespierre1758

    24 Febbraio 2013 - 12:12

    un articolo come questo non merita commenti. E' lo specchio di quello che è diventata l'IItalia, auguriamoci che dal 25 sera inizi a cambiare. Speriamo che fra i primi provvedimenti tolgano i contributi pubblici ai giornali, i bravi giornalisti troveranno sempre da lavorare, i prezzolati andranno a bussar cassa dai loro padroni.

    Report

    Rispondi

  • Megas Alexandros

    22 Febbraio 2013 - 14:02

    Qui se c'è un coglione non sono io... Infatti avevo capito benissimo che si trattava di politica tanto è vero che ho, per questo motivo, definto l'articolo uno dei più stupidi pubblicati da Libero. Mi sono solo poi limitato a evidenziare oltretutto l'erroneo paragone Grillo/Camerlengo. Ma rettifico, infatti il paroagone, anche se stupido e fuori lugo, calzava perchè Bertone oltre ad aver visto l'acquario a Genova ha fatto pure l'Arcivescovo. Comunque visto quanto detto, RESPINGO AL MITTENTE L'INSULTO, convinto che, avendolo il signore già offeso madrenatura dandogli il cervello di una gallina bollita, sia del tutto superfluo rispondere al coglione!

    Report

    Rispondi

  • nick2

    22 Febbraio 2013 - 14:02

    … della vaticanista Ghisleri, notoriamente vicina al P(r)elato di Monza e Brianza. Parere che certamente non tiene conto che nella Curia cattolica stanno prendendo piede i progressisti , favorevoli alla somministrazione della pillola del giorno dopo alle donne vittime di stupro. Questi porporati sicuramente preferiranno dare il loro voto al Cardinale di Piacenza. Ed è per questo motivo che, in media, gli altri vaticanisti attribuiscono al Cardinale di Piacenza 5 voti di vantaggio sul P(r)elato di Monza e Brianza!

    Report

    Rispondi

  • bungabungaband

    22 Febbraio 2013 - 13:01

    qui siamo a livelli di Goebbells x la gioia degli UNGHIANERE del sito....ma à dà passà a nuttata -3

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog