Cerca

A Un giorno da Pecora

Bersani, il fratello: "Dura che riesca a fare un governo"

Mauro a Radio2: "Se Pierluigi ce la farà? Se lo dico, mi caccia via di casa. Giusto che vada a sbattere, così gli scandali si manifestano fino in fondo"

Bersani, il fratello: "Dura che riesca a fare un governo"

Li chiamano parenti serpenti, ma forse sono semplicemente onesti. Prendete Mauro Bersani, per esempio: il fratello di Pierluigi, intervenuto al programma politico-satirico di Radio2 Un Giorno da Pecora non si nasconde dietro un dito. Il segretario democratico ce la farà a creare un nuovo governo? "Io ho un'idea ma non posso dirla, sennò mi caccia via di casa". Che è tutto un programma. Certo, "ottimista non lo sono di natura - chiarisce il fratello dell'uomo che smacchiava giaguari -. Sicuramente è molto dura, però io penso che lui stia dando più che altro una testimonianza". Testimonianza di fede, a giudicare dalle porte in faccia che continua a ricevere il maggiore dei fratelli Bersani, in special modo da Beppe Grillo e dal Movimento 5 Stelle, ma pure dal grande rivale interno al Pd, il probabile successore Matteo Renzi. La beffa è che, se mai Bersani riuscirà a formare un governo, rischierà fortemente di "andare a sbattere", fare una figuraccia in Parlamento nel giro di pochi giorni. "Sbattere ci vuole, perché bisogna che gli scandali si manifestino fino in fondo", incalza Mauro Bersani a Un giorno da Pecora. Più del giaguaro, lui vuole smacchiare il fratello.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • monmar

    09 Marzo 2013 - 13:01

    Per essere sinceri, a mio ricordo, quando era ministro ne ha imbroccate almeno tre: le ricariche dei cellulari senza l'odiosa tassa di 5 euro, la trasferibilità gratuita dei mutui e la possibilità di un familiare di accedere alla classe di merito più favorevole. Mio figlio, per esempio, ha potuto accedere alla prima anzichè alla quattordicesima. Dobbiamo imparare a riconoscere i meriti, quando ci sono, anche agli avversari politici o la casa è troppo intelligente?

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    09 Marzo 2013 - 12:12

    piccolo uomo interessato solo a tre cose:mandare a casa berlusconi il potere e il portafoglio.Tutto il resto (i problemi del popolo del paese) è noia.Bersani non vuole accettare di essere stato sconfitto da chi da tre anni urlavadi mandare a casa,da chi era riuscito finalmente a farsi da parte anche se per questa uscita bersanov ha accettato un governo tecnico che ha ucciso il popolo.Certo che bersani non si aspettava una sconfitta così,poveraccio,ma inutile credere di essere qualcuno se non si è davvero capaci.

    Report

    Rispondi

  • nevenko

    08 Marzo 2013 - 21:09

    un incapace.Non ne ha mai imbroccata una giusta nè lui nè il suo compare Prodi.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    08 Marzo 2013 - 21:09

    Esempio di serietà.......Ridicolo!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog