Cerca

Senza pietà

Ennesimo Vaffa di Beppe a Bersani:
"Vada a fare lavori socialmente utili"

Dopo il no di ieri alla fiducia da parte dei rappresentanti cinque stelle Grillo mette ko l'avversario suggerendogli di iniziare una carriera alternativa

Bersani e Grillo

Bersani e Grillo

Non avrà problemi Pier Luigi Bersani se la sua candidatura a presidente del Consiglio dei ministri non dovesse portare ai risultati sperati. Parola di Beppe Grillo: "Bersani? Si adatterà, si riciclerà per trovare qualche soldo. Oppure andrà a fare lavori socialmente utili". Il comico attivista, maestro spirituale dei grillini e capo religioso della dottrina del "Vaffa" non smette mai di dire la sua e di dispensare parole al miele nei confronti dei suoi antagonisti. 

A questo giro, infatti, suggerisce generosamente al capofila della coalizione di centrosinistra di intraprendere una carriera alternativa. E lui, lo sappiamo, al reciclaggio ci crede parecchio. D'altronde si sa, Beppe è generoso e la generazione NN lo ama così: incazzato e fiero, cingere lo scettro della democrazia super partes. Poco importa di chi sia lo scalpo, nella lotta verso la sovranità popolare i nomi delle vittime contano poco: la bomba atomica a cinque stelle colpisce senza discriminazioni chiunque sia contro l'ordinamento che trae la sua linfa dal web. Gli sprovveduti soldatini a cinque stelle si perdono, e non solo tra le sale della Camera, nell'eloquente retorica epistemologica del deus ex machina ed eseguono diligentemente. 

L'ideatore del M5S ha un suo modo particolare per corteggiare Pier Luigi e dopo lo zuccheroso epiteto, di "Padre Puttaniere che prende allegramente per il culo", con cui l'aveva additato ieri (in dolce compagnia di D'Alema, Berlusconi, Cicchitto e Monti) oggi c'è da capirlo: non voleva essere da meno. Così mentre i capogruppo cinque stelle Vito Crimi e Roberta Lombardi condannanno Bersani, alla tragicità di una situazione ai limiti del disperato, con il secco: "No alla fiducia", il magnanimo Grillo si prende la responsabilità della mazzata finale e, pizzicato dal quotidiano Il Tirreno, sulle rive della toscana Marina di Bibbona si lascia andare a previsioni professionali sul già avvilito chierichetto di Bettola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Phidry Hiellie

    29 Marzo 2013 - 07:07

    .....proprio paese si batte per le presidenziali, unìca via di ucita, perché la decisione del governo nelle mani di un non eletto dal Popolo Sovrano? Perché la decisione delle nostre sorti ad un nominato nominato da nominati? Perché?

    Report

    Rispondi

  • giannistecca

    28 Marzo 2013 - 15:03

    Bersani faccia una buona volta un atto di umiltà e di coraggio e rimetta il mandato nelle mani del Presidente. Avrà solo da guadagnarci. Se insiste con la sua cocciutaggine e protervia per riuscire ad ogni costo penso che prenderà una botta indimenticabile in una caduta rovinosa. Non vorrei che finisse per dire quello che ha detto Monti che non vede l'ora che finisca questo suo giornaliero martirio.

    Report

    Rispondi

  • maurizio52

    28 Marzo 2013 - 15:03

    non vi vergognate di essere trattati,anche se meritevolmente,in questo modo,ma un po' di dignità vi è rimasta?Pensate che sono 20 anni che trattate così Berlusconi e come dice il proverbio "la farina del diavolo finisce in crusca".SIETE PENOSI e INCAPACI DI AMARE IL VOSTRO PAESE!

    Report

    Rispondi

blog