Cerca

Furbi o distratti?

M5S, lo stipendio dei grillini è di 13.559 euro

La proposta avanzata dal M5S all'Ufficio di presidenza della Camera prevede 5mila euro lordi di indennità e un tetto alle spese di 8.559. Quindi...

Vito Crimi e Roberta Lombardi

Crimi e Lombardi

Il calcolo lo aveva fatto Primo Di Nicola. Il risultato era stato pubblicato sul suo blog e sul sito de L'Espresso. La busta paga dei grillini, sosteneva De Nicola, è di 12.788 euro. Una cifra ottenuta rispettando tutte le imposizioni e i paletti imposti da Beppe Grillo ai suoi adepti, costretti a decurtarsi lo stipendio. Per aver compiuto questo calcolo, Di Nicola è stato insultato sul web. Le orde di pentastellati inferociti, seguendo il loro modus operandi, si sono radunate in rete per commentare l'articolo e azzannare sull'autore che si è permesso di mettere il naso negli affari dell'illuminato Beppe.

Il tassametro corre - Oggi Di Nicola torna sulla questione. E rettifica. "Esagerata la cifra di 12.788 euro? Macché!", scrive. Il giornalista spiega che analizzando la proposta presentata dal M5S il 29 marzo all'Ufficio di presidenza della Camera dei deputati, si scopre che nel caso in cui venisse approvata, i deputati costerebbero agli italiani più della proposta precedente, "per la precisione 13.559 euro". Quindi la proposta, che fa il verso al "modello" introdotto in Sicilia per i consiglieri regionali, viene analizzata nel dettaglio. I grillini propongono di abbassare l'indennità parlamentare a 5mila euro lordi e di cancellare il rimborso spese per l'esercizio del mandato, il rimborso spese accessorie di viaggio e il rimborso forfettario delle spese telefoniche.

Il calcolo - Secondo quanto scritto da Nicola, in totale il taglio ammonterebbe a 8.559 euro. Peccato che i grillini, oltre all'idea della riduzione, propongano anche quanto segue: "E' auspicabile accorpare tutte le voci estranee all'indennità (diario di soggiorno mensile, rimborso spese per l'esercizio del mandato, rimborso spese accessorie di viaggio, rimborso forfettario spese telefoniche). Qualsiasi spesa dovrà essere giustificata a titolo di rimborso alla Camera dei deputati e pubblicata online sul sito ufficiale per ogni deputato". Quindi, "l'erogazione deve avvenire per spese attestate e non superare il tetto massimo di 8.559,34 euro al mese". Che sommati ai 5mila euro lordi dell'indennità parlamentare riformata, in totale fanno, appunto, 13.559,24 euro. "Cioè - conclude Di Nicola - 771,24 euro in più di quelli che avevamo calcolati (12.778 euro) nel nostro precedente articolo e che tanti insulti ci è costato".  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • visani4

    02 Maggio 2013 - 18:06

    la menata che solo la sinistra è intelligente e che la destra è composta da persone che passano il tempo a farsi rincitrullire dalla televisione è insopportabile. Mi chiamo Pier Luigi Visani, sono laureato in matematica, non guardo la televisione se non quando c'è qualche concerto di musica classica (ovvero, praticamente mai) ho insegnato matematca per 44 anni presso l'università di Firenze e, attualmente, all'età di 72 anni, sono da 2 professore a contratto presso la stessa Universitá in quanto pensionato. Mi scoccia terribilmente sentirmi dare del cretino dal primo idiota che passa solo perché voto a destra..

    Report

    Rispondi

  • silvio47

    09 Aprile 2013 - 10:10

    ma xche c'era forse qualcuno che pensava che davanti ai soldoni ci avrebbe rinunciato?, illusione, dai grillini babbo natale è arrivato anche x voi, altro che predicare bene e razzolare male, e come è ovvio, chi va al mulino si infarina, dimenticavo, x voi al sud che lo avete votato x i famosi 1000 euro al mese, aspettate alle prossime elezioni con un altra promessa da mercante.

    Report

    Rispondi

  • brunicione

    09 Aprile 2013 - 08:08

    Quando si legge di stipendio mensile Euro 12mila, 13mila o giù di li, tutti gli Italiani fanno un salto sulla sedia. Il punto è analizzare a cosa servono quei soldi. A parte le 100 voci di indennità di qua e indennità di la, non capisco perché non si stabilisca uno stipendio fisso di Euro 6.000 netti, omnicomprensivi e basta. Se parliamo di rimborsi torniamo a vecchie storie vergognose.

    Report

    Rispondi

  • FORZAGRILLO

    09 Aprile 2013 - 01:01

    Si...perché leggendo questi articoli e commenti, vi meritate proprio tutti di essere presi per i fondelli da chi vi ha ipnotizzato da anni attraverso le sue reti televisive. Ma non solo, vi compra il voto con simboliche promesse e voi lo vendete pure! ha! ah! ah! ah! MA VERGOGNATEVI! Penso che Se solo avesse aggiunto alla sua lettera un set di pentole ed un materasso....avrebbe vinto anche le elezioni. Già xkè strano anche a pensarlo ma molti "italianuccoli" non hanno più le capacità intellettive e per questo si meritano il "GRANDE SILVIO" SVEGLIA GENTE! Accendete il cervello e spegnete il televisore, tagliate i fili dal "burattinaio di turno" solo così sarete liberi veramente. Certo facile attaccare i neo eletti del M5S che fanno paura a molti (disonesti), Ma vi siete mai chiesti (APPENA AVRETE 5 MIN DI LUCIDITA')chi ha governato negli ultimi 25 anni? E soprattutto di chi è la vera colpa sulla gestione economica Italiana? Del M5S forse? Con calma...Appena vi svegliate fate sapere ; )

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog