Cerca

Ore decisive

Napolitano ha deciso
Pronta la risposta per Silvio

Oggi o domani il Colle diffonderà una nota sul futuro del Cavaliere: ecco tutti gli scenari

Giorgio Napolitano e Silvio Berlusconi

Giorgio Napolitano e Silvio Berlusconi

Giorgio Napolitano ha deciso. Oggi o domani darà la risposta a Silvio Berlusconi sulla possibile "agibilità politica". Un segnale che il Cavaliere aspetta rinchiuso nella sua villa di Arcore. Sono ore ad altissima tensione per il Cavaliere mentre nel partito si infiamma lo scontro tra falchi che vogliono il voto subito e le colombre filo-governative che vogliono mantenere toni bassi. Il Quirinale oggi o domani diffonderà una nota in cui spiegherà la sua posizione rispetto alla possibilità di neutralizzare gli effetti penali della sentenza della Corte di Cassazione che ha condannato il Cavaliere a quattro anni per frode fiscale.  Il caso è stato esaminato, il Quirinale ha tenuto conto di tutte le conseguenze politiche di una  decisione, si è tenuto conto, come spiega il Corriere della Sera, "della casistica giuridica esistente e della situazione delicata che si è venuta a creare in questo particolare momento della vita del Paese". Napolitano ha lavorata a stretto contatto con il suo consigliere per gli affari dell'amministrazione della Giustizia Ernesto Lupo. I suoi avvocati gli avrebbero consigliato di tenere i toni bassi, e di favorire con il suo "basso profilo" (magari anche prendendo in considerazione le dimissioni da senatore o la presa d'atto della condanna - un percorso che porti alla grazia. Ma ci vorrebbe una richiesta esplicita di un atto di clemenza ma bisognerebbe che i falchi rinunciassero all'idea del voto anticipato. La grazia o la commutazione della pena permetterebbe a Silvio di fronteggiare le altre grane giudiziarie in arrivo (Ruby, compravendita dei senatori). Se fossero delle condanne almeno non si sommerebbero a quella esistente. 

 

 

Lo scenario - Berlusconi è molto arrabbiato, non vorrebbe abbassare la testa contro quella che considera una persecuzione giudiziaria che va avanti da vent'anni. I legali del Cav non escludono che la decisione del Presidente Napolitano conceda la grazia o commuti la sentenza in pena pecuniaria ma non porti davvero "all'agibilità politica" perché potrebbe lasciare intatte la pena accessoria dell'interdizione su cui dovrà pronunciarsi la Corte d'appello di Milano. Inoltre, per ottenere la grazia Berlusconi dovrebbe accettare la sentenza di condanna che lui invece rifiuta. Oppure - è l'altro scenario  - potrebbe dare la libertà personale a Berlusconi ma lasciando "che la legge Cancellieri-Severino che prevede incandidabilità e decadenza per pene sopravvenute faccia il suo corso. Berlusconi aspetta, da un lato mantiene toni bassi almeno fino a quando dal Colle non arriva il segnale sperato, dall'altro scalda i motori: la macchina organizzativa del partito si è già messa in moto per la campagna elettorale di Ferragosto. Tra poco la decisione di Napolitano che riguarda Berlusconi ma che inevitabilimente avrà effetti sulle larghe intese. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • grooltor

    14 Agosto 2013 - 13:01

    Cerca di far entrare nel tuo cervello (devastato, a quanto pare) che è Berlusconi a ricattare l'Italia da vent'anni, lo si sta vedendo anche in questi giorni. Per sfuggire ai suoi problemi giudiziari (non so se hai notato, ma tutti i processi a carico del cav riguardano la sua attività di imprenditore o la sua sfera privata, sicuramente non quella politica), questo losco figuro ha paralizzato una delle più grandi potenze industriali del mondo, di fatto rendendola ridicola agli occhi dei più civili concorrenti. Ma chiederti di capire come stanno le cose sarebbe come chiedere ad un pesce di arrampicarsi su un albero...

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    13 Agosto 2013 - 20:08

    Esistono 2 tipi di volgarità inaccettabili,la volgarità verbale e quella intellettuale! Tra i 2 reputo più offensiva la volgarità intellettuale,essa non ammette estemporaneità,non ammette ironia,è una lama ficcata nel cuore della ragione e della capacità di discernimento. In uno dei tuoi postati hai semplificato in maniera perfetta 20 anni di politica ricattata dalla magistratura,il ricatto palese perpetrato nei confronti di Berlusconi e negato dai più faziosi sostenitori di questo abuso sono il seme seminato della volgarità intellettuale a cui ho fatto riferimento!Niente è peggio di questa evidente malformazione democratica,nemmeno gli epiteti più volgari,o la merda più puzzolente!Saluti.

    Report

    Rispondi

  • white warrior

    13 Agosto 2013 - 19:07

    Per molti è più semplice essere volgari che trovare argomenti plausibili: io non voglio impedire a nessuno il diritto di esercitare il tipo di fanatismo verso cui si sente maggiormente portato, ma al fine pensatore che dice di allontanarsi ogni volta che sente puzza di coglione, si potrebbe rispondere come gli fa bisogno, dicendogli, per es., che è inutile fuggire da se stessi, visto che non dimostra più giudizio di quello che mancherebbe agli altri; o che la puzza più intensa è di casa dove c'è gente che la pensa come lui; e via sproloquiando. Ma che senso avrebbe o ha? Occorrerebbe una moratoria, perlomeno, sulla volgarità, così, tanto per non perdersi nei meandri della bestialità che predomina dentro e fuori Internet. Grazie, Unghianera, io frequento poco il mondo internettiano, in questo periodo mi collego un po' più spesso, ma vedo che non serve a niente, solo a aumentare il potenziale di faziosità e violenza che c'è in giro. Non mi sembrano le cose di cui c'è più urgente bisogno

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    13 Agosto 2013 - 19:07

    Sono sempre i più coglioni ad entrare dentro meriti che non comprendono! E'una forma di compensazione! Il sistema è composto da molti coglioni come te,coglioni veri,i quali si addentrano in analisi politiche troppo difficili per il comprendonio in loro possesso!Tu ne sei l'esempio lampante,l'icona perfetta!Semplifichi tutto con epiteti e colpe di cui non conosci la trama ma,solo perché da 20 anni vengono ipotizzate dalla parte politica giudiziaria ed economica avverse a Berlusconi!Un deficiente come te qualche anno fa sarebbe stato un ospite fisso dentro una camera imbottita e legato al letto...poi,le imperfezioni di un eccesso democratico ti hanno liberato!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog