Cerca

I dissidenti

Da Razzi a Scilipoti: la poltrona, il mutuo, lo Spirito Santo
i mille motivi per non seguire Silvio

Malumori nel Pdl: ecco le motivazioni dei possibili traditori. E si va alla conta...

Domenico Scilipoti e Antonio Razzi

Scilipoti e Razzi

Nel Pdl è caos e soprattutto emergono via via segnali di malcontento per come è stata decisa la dimissione dei ministri. C'è chi come Andrea Augello, in un'intervista al Corriere, sottolinea che la crisi non si decide a tavolino da tre o quattro persone a cena con Silvio Berlusconi. Il malcontento non si nasconde più neanche tra le prime fila del partito. Critico anche Maurizio Sacconi per la derica "estremista del Pdl". C'è la pattuglia dei siciliani, guidata dal catanese Giuseppe Castiglione, che spiegà così il dissenso: "E' chiaro che qui le elezioni non le vuole nessuno. 

I peones - C'è un gruppo di senatori a me più vicini tra i quali Gibbino, Torrisi e Pagano pronti a non seguire Berlusconi se non si apre la crisi...nessuno vuole tornare a casa". La poltrona, lo stipendio ma c'è anche chi conme il veterano del cambio di casacca Antonio Razzi tira ancora in ballo il mutuo. Nel 2010 denunciò la compravendita dei deputati da parte del Pdl dicendo che all'epoca a lui che militava nell'Italia dei Valori, offrirono l'estinzione di tutte le rate del mutuo. Così decide di tradire Di PIetro per votare contro la sfiducia a Silvio Berlusconi e, adesso, si dichiara pronto a salvare Letta forse perché il prestito per l'acquisto della casa non è stato ancora estinto. Al Corriere dice infatti: "Ognuno ha qualche guaio da risolvere". Poi ci sono i senatori di Gal (gruppo di berlusconiani voluto proprio da Silvio) tra questi Paolo Naccarato dice che "il disagio attanaglia da mesi decine di parlamentari del pdl. A questo punto sono certo che molti preferiranno scegliere un'altra strada". E infine c'è lui, il peones Domenico Scilipoti che sentito sempre dal Corriere della Sera invoca lo Spirito Santo. "Guardi io lo dico con il cuore ci deve illumunare lo Spirito Santo".  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vittoriorossi

    01 Ottobre 2013 - 00:12

    M5S, unica e sola alternativa a questo marciume. Ma tanto è sempre colpa di Grillo. Aprite gli occhi.........e le orecchie.

    Report

    Rispondi

  • Ricafede

    30 Settembre 2013 - 19:07

    Onestamente se lei vota o non vota a me non frega nulla. Ripeto; quei due delinquenti rappresentati in foto a chi fanno (e hanno fatto) comodo? Se troppo difficile risponda "passo".

    Report

    Rispondi

  • ixior

    30 Settembre 2013 - 17:05

    leggi alla mano cosa succederebbe se oltre il 50% degli aventi diritto di voto si rifiutassero di ritirare le schede di voto?

    Report

    Rispondi

  • bruggero

    30 Settembre 2013 - 15:03

    Ho 67 anni (per me tanti), quindi non posso essere un nostalgico di un periodo che non ho vissuto. Da circa 20 anni, quando mi reco alle urne, mi comporto così: mi faccio timbrare il certificato elettorale (non voglio che pensino che sono andato al mare) e faccio verbalizzare che mi rifiuto di ritirare le schede, in quanto non mi sento rappresentato, anche se vorrei giustificarmi con altre parole, ma rischierei denunce. Senza polemica, lascio a lei le conclusioni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog